I MULINI A VENTO DI SICILIA COME QUELLI OLANDESI
ANZI, MEGLIO

È il periodo giusto per concedersi una gita fuori porta, magari alla scoperta delle antiche costruzioni che si trovano all'interno della Riserva naturale integrale Saline di Trapani e Paceco.

Romantici paesaggi segnati da profili inconfondibili, un incontro tra la natura e alcune costruzioni create dall’uomo che ha molto da raccontare: i mulini a vento sono indissolubilmente legati a immagini romantiche e un po’ datate. I più famosi si trovano in Olanda, ma non mancano esempi altrettanto pittoreschi in tutta l’Europa, Sicilia compresa. Il riferimento all’Isola non è casuale, perché gli antichi mulini della riserva delle Saline di Trapani sono stati inseriti dalla rubrica “In viaggio” dell’agenzia Ansa tra i 10 più belli del Vecchio Continente.

Ci troviamo nel vivo della stagione perfetta per scoprire nuove località e piccoli gioielli del territorio siciliano: non è ancora il momento di distendersi sotto il caldo sole estivo, ma gli spunti per concedersi una gita fuori porta di certo non mancano.

Perfettamente restaurati e ancora funzionanti, gli antichi mulini a vento a sei pale sorgono nelle saline della Laguna di Trapani, nel cuore della meravigliosa riserva dello Stagnone. Il territorio di riferimento è ricco di storia e regala alcuni straordinari paesaggi. Impossibile non fermarsi a visitare il mulino Infersa che, insieme altri due perfettamente funzionanti, fa parte di un percorso museale e multimediale che include anche la bottega del sale e passeggiate sull’affascinante isola Lunga. Il mulino d’Infersa è aperto al pubblico tutto l’anno: risale al XVI secolo ed è tra i maggiori dell’area delle saline. Si può definire un gioiello di archeologia industriale.

Ecco le altre località inserite dall’Ansa nella classifica dei 10 mulini a vento più belli d’Europa: Kinderdijk, Olanda; Consuegra, Spagna; Koufonissi, Grecia; Zaanse Schans, Olanda; Campo de Criptana, Spagna; Cley-next-the-Sea, Inghilterra; Santorini, Grecia; Haarlem, Olanda; Leida, Olanda.

Foto: Ffiamin (licenza)

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato