FICODINDIA MON AMOUR
CONTINUANO LE VIE DEI SAPORI A SANLORENZO MERCATO

A Sanlorenzo Mercato un weekend di incontri sul ficodindia di Roccapalumba, tra showcooking con produttori e docenti universitari e degustazioni gratuite a tema

Sono i fichidindia i protagonisti del terzo appuntamento de “Le Vie dei Sapori”, un viaggio attraverso alcuni scenari del gusto che rendono unico il panorama siciliano, in collaborazione con Le vie dei Tesori, il Corso di laurea in Scienze e Tecnologie Alimentari dell’Università di Palermo e l’Associazione Cuochi e Pasticceri di Palermo. Questo weekend è interamente dedicato ai frutti più rappresentativi della Sicilia nel mondo, in collaborazione con l’azienda Schifano di Roccapalumba e con Opuntia Ficus indica Fest – Sagra del Ficodindia che si è appena conclusa nel paese dell’entroterra palermitano

Sanguigna, sulfarina e muscaredda: sono queste le varietà più amate del ficodindia che, originario del Messico, ha trovato nel paesaggio arido e nel clima siciliano un ambiente estremamente favorevole, tanto da diventare un autentico elemento dell’iconografia tipica dell’isola. La sua coltivazione, limitata in passato ad aree marginali o di scarso valore commerciale, negli ultimi decenni ha invece conosciuto un interesse crescente da parte di un mercato sempre più sensibile. Di questo e molto altro si parlerà a partire da venerdì 21 ottobre alle 18.30 con l’incontro “Ficodindia, il volto della Sicilia” che coinvolge l’Azienda agricola Schifano, con i suoi oltre 100 anni di storia di coltivazione di ficodindieti a Roccapalumba e il professore Paolo Inglese, coordinatore del corso in Scienze e Tecnologie alimentari dell’Università degli Studi di Palermo e uno dei massimi esperti di ficodindia a livello internazionale.

Al termine dell’incontro, anche questa volta, sarà il momento del gusto: sarà lo chef Vincenzo Favaloro, ospite spesso alla Prova del Cuoco e su Alice Tv, a preparare la ricetta del giorno, il  suo originale Ficodindia in 3D: lo chef utilizzerà tutti gli elementi del fico d’india, il frutto, la buccia e la pala vergine, e la dolcezza del frutto verrà accostata agli elementi della nostra terra con una tartarre di carne di vitello aromatizzata al lime, il tutto servito con un tuorlo d’uovo bio cotto a freddo accompagnato da chips ricreate con le pale e la buccia del fico. La degustazione sarà libera per tutti i partecipanti, in collaborazione con l’Associazione Provinciale Cuochi e Pasticceri di Palermo.

Per tutto il weekend, inoltre, alcune botteghe del Mercato proporranno pietanze speciali a base di ficodindia, disponibili ad hoc solo per il weekend a tema. Si potranno quindi gustare il gelato al ficodindia, gli involtini di carne con succo di ficodindia e uno speciale cocktail messo a punto dai barman del Mercato, interamente dedicato al frutto siciliano. Sabato e domenica inoltre sarà possibile assaggiare i fichidindia di Roccapalumba con degustazioni guidate e gratuite.

Per avere un prodotto di maggiore qualità, pezzatura e resa, in primavera i frutti (chiamati agostani) e le pale giovani, vengono asportate per ottenere una seconda produzione autunnale, si ottiene, quindi il frutto “scozzolato” detto in roccapalumbese “Bastarduni”; inoltre nella seconda produzione, per migliorare ancora di più il prodotto, si procede al diradamento che consiste nel togliere parte dei frutti che hanno raggiunto i 2-3 cm. di altezza. Le operazioni di raccolta iniziano nel mese di ottobre e si protraggono sino al mese di dicembre. Successivamente alla raccolta i frutti vengono despinati.

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato