DALLA SICILIA ALLA FRANCIA
TUTTI PAZZI PER I DOLCI DI ALDO GENNUSO

Aldo-Gennuso

Il pasticcere nato a Gangi ha lavorato a Parigi in importanti ristoranti e pasticcerie, come l’Hotel Astore e la Pâtisserie di Jonathan Blot, dove ha perfezionato e raffinato le tecniche per la realizzazione di dolci e dessert e da Bernard Loiseau

Dalla Sicilia alla Francia, nel segno del gusto. Aldo Gennuso, pasticcere di 36 anni, è nato a Gangi e, dopo essersi laureato il Lettere Moderne a Palermo, ha deciso di dedicarsi alla sua passione per la cucina. Fin da piccolo ha trascorso giornate nella cucina della madre, della zia e della nonna, depositarie della tradizione culinaria siciliana che utilizza prodotti locali, profumati e genuini. Si è iscritto all’Alma, la scuola internazionale di cucina italiana, ha perfezionato la tecnica e ha conseguito il diploma di cuoco professionista, quindi ha proseguito il suo percorso di formazione a Torino.

Da qui a Parigi, il passo è stato breve: proprio nella capitale francese ha trovato lavoro in importanti ristoranti e pasticcerie, come l’Hotel Astore e la Pâtisserie di Jonathan Blot, dove ha perfezionato e raffinato le tecniche per la realizzazione di dolci e dessert e da Bernard Loiseau. Adesso lavora al ristorante Petrus, ma il suo percorso formativo è ancora in corso, senza naturalmente dimenticare le sue origini: «Cerco di coniugare i sapori, gli odori e i colori della mia Sicilia nei dessert che preparo per i clienti. Utilizzo gli agrumi, la ricotta, i pistacchi, le mandorle, il melone. In questo modo cerco far sposare il savoir faire alla francese con i prodotti della mia terra».

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato