L’ESTATE IN MUSICA DEL VERDURA
I THE KOLORS IN CONCERTO

Sabato 19 agosto, al Teatro di Verdura, dopo un’attesa lunga due anni i The Kolors tornano con il nuovo album ‘You’

Sabato 19 agosto, al Teatro di Verdura, dopo un’attesa lunga due anni i The Kolors tornano con il nuovo album ‘You’ (Baraonda/Artist First), disponibile in tutti i negozi, su iTunes, Apple Music e su tutte le piattaforme digitali. ‘YOU’ – successore del quattro volte platino ‘Out’ e anticipato dal singolo What Happened Last Night (feat. Gucci Mane & Daddy’s Groove), il cui video è stato girato a Tokyo da YouNuts Productions – è stato registrato tra Milano e Londra e vede la partecipazione di Gucci Mane, star americana del rap, e degli ex Oasis Andy Bell e Gem Archer. Alla produzione hanno preso parte Tommaso Colliva (Muse) e Daddy’s Groove (Bob Sinclar, Britney Spears, David Guetta), mentre in fase di missaggio hanno lavorato ‘Spike’ Stent con il suo team (Beyoncé, Coldplay, Ed Sheeran, Madonna, Muse).

I The Kolors sono formati da Stash Fiordispino (voce, chitarra, basso), il cugino Alex Fiordispino (batteria), e Daniele Mona (synth). Appassionati di rock e musica elettronica, il trio inizia a collaborare a Milano nel 2010, quando diventano resident band di uno dei locali storici della città: Le Scimmie. I The Kolors vincono l’edizione 2015 di “Amici”, programma condotto da Maria De Filippi su Canale 5, aggiudicandosi anche il premio della critica.

“You” non è un concept album, ma c’è un fil rouge, un argomento comune ai vari brani, anche se raccontato in modi diversi: una visione ‘orwelliana’ di questa generazione, con il web e i social network che condizionano le scelte: dal modo di vestire ai posti da frequentare. Il disco parla della reazione del nostro corpo – a livello ‘animale’ – al fatto che lo stai obbligando a comportarsi in un modo che forse non appartiene alla sua vera natura. Come suoni c’è di tutto e la scelta di mettere pezzi dance insieme a brani da band deriva dall’osservare il nuovo modo di fruire la musica in modalità playlist, dove coabitano brani di generi totalmente diversi.

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato