PORTEDARTISTA A LIPARI:
DISEGNI E POESIE SUI PORTONI

Grazie alla maestria degli street artist, ciò che ormai è in disuso rinasce e ritrova la sua dignità

Si chiama Portedartista il nuovo progetto, curato da Michele Bellamy Postiglione e fortemente voluto da Silvia Carbone, che vuole trasformare porte e portoni fatiscenti di Lipari, dandogli nuova vita nel segno dell’arte e della bellezza. Grazie alla maestria degli streetartist, ciò che ormai è in disuso rinasce e ritrova la sua dignità.

“Per anni – dice Bellamy Postiglione all’Ansa – ho cercato di portare la gente in galleria perché attraverso l’arte capisse l’importanza di amare le proprie isole, di proteggere il territorio, di conservare la memoria, di adoperarsi nella costruzione di un modello di sviluppo e benessere sociale che non fosse un mero scimmiottamento di altre realtà, ma rispettoso delle esigenze locali e non a vantaggio dei soliti pochi: tutto inutile anche a causa di ostacoli, assenza di interesse. Ma l’amore per questa terra è più forte della delusione e con il supporto e l’entusiasmo della signora Carbone abbiamo pensato di importare la urbanart”.

Alla prima edizione di Portedartista partecipa anche l’artista italo-francese Yuri Hopnn, che ha voluto differenziare il suo contributo attraverso citazioni, ricordi e omaggi, che si possono scoprire percorrendo la baia di Canneto da Unci a Calandra.

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato