ALBERTO DI MONACO A PALERMO
LAUREA HONORIS CAUSA IN ECOLOGIA MARINA

Guarda la gallery
7 foto
ALBERTO DI MONACO A PALERMO
LAUREA HONORIS CAUSA IN ECOLOGIA MARINA

ALBERTO DI MONACO A PALERMO
LAUREA HONORIS CAUSA IN ECOLOGIA MARINA

ALBERTO DI MONACO A PALERMO
LAUREA HONORIS CAUSA IN ECOLOGIA MARINA

ALBERTO DI MONACO A PALERMO
LAUREA HONORIS CAUSA IN ECOLOGIA MARINA

ALBERTO DI MONACO A PALERMO
LAUREA HONORIS CAUSA IN ECOLOGIA MARINA

ALBERTO DI MONACO A PALERMO
LAUREA HONORIS CAUSA IN ECOLOGIA MARINA

ALBERTO DI MONACO A PALERMO
LAUREA HONORIS CAUSA IN ECOLOGIA MARINA

UniPa ha conferito la Laurea Magistrale Honoris Causa ad Alberto di Monaco per la grande sensibilità del principe alle tematiche ambientali, soprattutto a quelle legate al bacino mediterraneo

L’Università degli Studi di Palermo ha conferito la Laurea Magistrale Honoris Causa in “Ecologia Marina” al principe Alberto di Monaco. La cerimonia si  è svolta lunedì 9 ottobre, presso l’Aula Magna della Scuola Politecnica, alla presenza del Pro Rettore Vicario prof. Fabio Mazzola e della commissione giudicatrice e ha visto la Laudatio del prof. Antonio Mazzola, ordinario di Ecologia, e una Lectio Magistralis dal titolo “La mer et l’homme des menaces aux promesse” tenuta da S.A.S. Alberto II di Monaco e si è conclusa con la consegna della pergamena di laurea e delle onorificenze al principe.

UniPa ha conferito la Laurea Magistrale Honoris Causa ad Alberto di Monaco per la grande sensibilità del principe alle tematiche ambientali, soprattutto a quelle legate al bacino mediterraneo e alle regioni polari. Inoltre il principe ha dimostrato spiccate attitudini alla protezione ambientale e alla promozione dello sviluppo sostenibile su scala mondiale, incarnando una figura “illuminata”: quella del sovrano attivo, consapevole, sia dal punto di vista scientifico-culturale e sia etico-legislativo, che esercita un attento processo decisionale in merito alle tematiche ambientali.

Il suo appoggio alla comunità scientifica è sempre stato concreto; si è infatti distinto per la sua coscienza  sulla necessità di preservare il Mediterraneo, promuovendo le attività della Commissione Internazionale per l’Esplorazione Scientifica del Mediterraneo (CIESM); inoltre, dal 2006, tramite la “Fondazione Principe Alberto II di Monaco”, ha stanziato a difesa del pianeta terra più di 28 milioni di euro per contrastare i cambiamenti climatici, la desertificazione e promuovere poli per la salvaguardia della biodiversità marina e l’uso delle energie rinnovabili.

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato