LA SCALA DEI TURCHI IN UN PIATTO
L’IDEA DELLO CHEF PINO CUTTAIA

Una sensazione setosa al palato, per un piatto che prende spunto dalla ben nota scogliera di marna bianca di Realmonte

Una sfoglia di calamaro trasparente, ripiena di crema di ricci nascosta da una spuma all’acqua di mare. L’ultima creazione di Pino Cuttaia, chef bistellato del ristorante La Madia di Licata prende il nome dalla Scala dei Turchi, la celebre scogliera bianca di Realmonte. Alla vista ricorda una medusa e, «Quando lo si assaggia, sembra di tuffarsi in mare», rivela Cuttaia – che ha cucinato anche al G7 di Taormina – a Il Messaggero. Una sensazione setosa, un piatto che prende spunto dalla ben nota marna bianca. Nelle pareti del locale dello chef siciliano si trova la scritta “Ognuno dei miei piatti prova a raccontare una storia” e, anche con questa creazione, Cuttaia ha raccontato uno dei suoi ricordi.

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato