Fiocco azzurro per Chiara Ferragni e Fedez: è nato Leone

Il bimbo è venuto al mondo con quasi tre settimane d’anticipo, nella notte tra il 19 e il 20 marzo, al Cedars-Sinai Medical Center di Los Angeles

«Per la festa del papà è nato un piccolo Leone». Al contrario di come hanno fatto fino adesso, Chiara Ferragni e Fedez hanno usato pochissime parole sui social per annunciare la nascita del loro primogenito, Leone Lucia. Il bimbo è venuto al mondo con quasi tre settimane d’anticipo, nella notte tra il 19 e il 20 marzo, al Cedars-Sinai Medical Center di Los Angeles. In questo stesso ospedale, ha raccontato la coppia, ha partorito anche la popstar Beyoncé. Leone ha trovato tutta la famiglia ad accoglierlo, e non solo: c’erano i quattro nonni, ma anche i migliori amici della coppia.

Chiara Ferragni e Fedez, la coppia più social

Chiara Ferragni, 30 anni, e Fedez, 27, hanno cercato di tenere la gravidanza privata il più a lungo possibile. Difficile, però, che la coppia più social del mondo dello spettacolo potesse mantenere il segreto per troppo tempo. Nel mese di ottobre del 2017, infatti, è arrivato l’annuncio ufficiale, quando la fashion blogger era giunta al quinto mese: «Siamo felici di condividere con voi la più grande gioia della nostra vita, presto saremo in tre!», aveva scritto il rapper, e Chiara gli aveva fatto eco, dicendo di non vedere l’ora di incontrare “baby raviolo”. “Raviolo” è il soprannome utilizzato reciprocamente dai neogenitori.

Tutte le fasi della gravidanza sono state documentate sui social, tra dediche, ecografie, una pancia sempre più evidente e, soltanto poche settimane fa, un po’ di preoccupazione per gli ultimi controlli. Leone è arrivato in anticipo e ha già all’attivo una foto su Instagram con mamma e papà. Chiara Ferragni ha quasi 12 milioni di follower su Instagram e non ha mai voluto nascondere nullo agli utenti: «Posto tutto ciò che mi fa sentire bene e felice – ha scritto – provando a farvi sorridere e a farvi capire che questa vita, con i suoi alti e bassi, è il regalo più importante che abbiamo ricevuto».

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato