Mandorlo in Fiore: viaggio speciale fino ad Agrigento sul treno storico

Domenica 11 marzo il Treno del Mandorlo in Fiore, mezzo storico della Fondazione FS Italiane, percorrerà i binari che uniscono Palermo e Agrigento

Ritorna anche quest’anno, in occasione della 73esima edizione della Sagra del Mandorlo in Fiore, l’appuntamento con una particolare esperienza di viaggio nel territorio siciliano. Domenica 11 marzo il Treno del Mandorlo in Fiore, mezzo storico della Fondazione FS Italiane, percorrerà i binari che uniscono Palermo e Agrigento.

Le automotrici d’epoca sono perfettamente restaurante ed effettueranno, una corsa di andata, con partenza alle 8,50 da Palermo Centrale, e una di ritorno, alle 18,30 da Agrigento Centrale. La Ferrovia dei Templi è stata una delle prime a essere inserita nel progetto “Binari senza tempo”: ogni anno sono tantissimi gli appassionati che scelgono di percorrerla, molti dei quali stranieri.

Queste le fermate: Bagheria, Termini Imerese, Roccapalumba Alia, Ammarata-San Giovanni Gemini, Aragona Caldare, Agrigento Bassa. Il biglietto ha un costo di 22 euro (12 euro ragazzi fino a 12 anni non compiuti) da tutte le fermate. Da Aragona Caldare il costo scende a 5 euro. I bimbi fino a 4 anni non compiuti viaggiano gratis (senza diritto al posto a sedere). Per tutte le informazioni è possibile consultare il sito www.fondazionefs.it.

Al costo di 9 euro, inoltre, si può acquistare il biglietto per il trasferimento al Tempio di Vulcano, in modo da partecipare alla premiazione presso la Valle dei Templi. Nel prezzo è incluso anche l’ingresso al Giardino della Kolymbetra. Al costo di 7 euro, invece, si può comprare il pocket lunch con pasta al forno, panino con prosciutto, frutta, dolcetto e bottiglietta d’acqua.

La Sagra del Mandorlo in Fiore

La Sagra del Mandorlo in fiore è un tradizionale appuntamento della città di Agrigento che si ripete ogni anno all’inizio del mese di marzo, con una durata di una settimana circa. L’obiettivo è quello di festeggiare l’arrivo della primavera con il rifiorire dei mandorli e di gioire per il ritorno della vita. Numerosi gruppi folkloristici arrivano ad Agrigento da ogni parte del mondo per prenderne parte. Nel corso degli anni, la festa ha accresciuto il proprio significato culturale mandando messaggi di pace a tutte le popolazioni.

 

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato