Nasce Addiopizzo Store, l’e-commerce pizzo free

addiopizzo store

Dai prodotti alimentari ai dischi, dal caffè all’abbigliamento: Addiopizzo Store raccoglie produttori diversi, accomunati dall’aver detto no al racket

Un negozio online che raduna tutti quegli imprenditori che hanno detto no al racket: è Addiopizzo Store, nuovo spin-off dell’associazione palermitana nato per offrire una vetrina di prodotti etici anche al di fuori dei confini dell’isola.

Addiopizzo Store, ecco cosa si può trovare sull’e-shop del consumo critico

Sul sito www.addiopizzostore.com è già possibile acquistare, da tutti i paesi della comunità Europea, oltre che il merchandising di Addiopizzo anche prodotti alimentari e culturali, tutti accomunati dall’appartenenza alla lista di consumo critico.

C’è Davide Grassi, figlio di Libero Grassi e Pina Maisano, che oggi dirige la fabbrica tessile che fu della sua famiglia, Robe da Camera, in un bene confiscato alla mafia.

C’è la famiglia Scimeca, i primi denuncianti sostenuti da Addiopizzo, e che oggi hanno aperto una pasticceria di dolci tipici siciliani. C’è Cotti in Fragranza, un laboratorio di prodotti da forno, prima realtà imprenditoriale all’interno di un Istituto Penale per i Minorenni del sud, con l’obiettivo di promuovere un’inclusione dei giovani stabile.

Anche l’azienda agricola Salamone e la cooperativa Valdibella sono impegnate in progetti di inclusione sociale, hanno una produzione biologica di qualità e rispetto ed attenzione per la biodiversità, ad Aragona, in provincia di Agrigento, l’una e a Camporeale l’altra.

E ancora Il pastificio artigianale Bia, che propone i formati tipici della pasta siciliana, o l’Associazione Accademia Mosaico, che distribuisce il caffè della filiera del commercio equo e solidale Madreterrà caffè, ed a cui è affidato anche il servizio di imballaggio, con scatole di riciclo, e di spedizione. La creativa famiglia Santoro, che ha realizzato Kamira, una caffettiera con cui poter fare un Espresso utilizzando i fornelli di casa.

E infine il mondo dell’arte e della cultura: la Navarra Editore, che si caratterizza per le tematiche di impegno civile, dei fenomeni socioculturali e per l’attenzione agli autori emergenti; Malintenti Dischi e 800a Records, due etichette discografiche indipendenti promotrici di veri talenti, locali e non, che hanno deciso di accettare la sfida di produrre ed investire in cultura, a Palermo.

AddiopizzoStore vuole essere anche strumento a supporto delle attività del Comitato Addiopizzo Onlus: una percentuale dei ricavi della vendita di prodotti e servizi sarà infatti donata all’associazione. Vuole veicolare questo mondo, e divenire esso stesso una realtà produttiva che crei lavoro in una regione in cui il tasso di disoccupazione è tra i più alti in Italia, in particolare quello femminile.

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato