Ogni storia è una storia d’amore, il best seller di D’Avenia debutta a teatro

ogni storia è una storia d'amore

Un racconto teatrale che cambierà di volta in volta, a seconda dell’ispirazione del momento. Al centro, le storie d’amore raccontate nel best seller edito da Mondadori

Un libro che diventa racconto teatrale: il best seller di Alessandro D’Avenia, Ogni storia è una storia d’amore, edito da Mondadori, debutta al Teatro Biondo di Palermo.

Ogni storia è una storia d’amore al Teatro Biondo

Mercoledì 18 aprile 2018 alle 18.30 Alessandro D’Avenia presenta al Teatro Biondo di Palermo il nuovo racconto teatrale tratto da Ogni storia è una storia d’amore, con la regia di Gabriele Vacis e disegno illuminotecnico e sonoro di Roberto Tarasco.

Non è la prima volta a teatro dell’autore palermitano, che spiega così questa nuova avventura:  “Dopo aver raccontato Leopardi in tutta Italia, ho deciso di trasformare in racconto teatrale anche questo romanzo alzando la posta in gioco”.

Lo spettacolo, infatti, oltre a essere sempre gratuito ha la caratteristica di cambiare di volta in volta. D’Avenia ne spiega il motivo: “Sceglierò in base all’imprevedibile corso della trama del racconto, dei luoghi dove mi trovo e dei volti attorno a me, in un’improvvisazione narrativa da cantastorie, alcuni dei racconti che riterrò adeguati al momento”.

Uno spettacolo che coinvolgerà attivamente la sua platea: “Sul palco, attorno a me un gruppo di ragazzi scelti dal pubblico come attorno a un focolare sotto le stelle, davanti a me, trentasei gomitoli da cui dipanare alcune delle trentasei storie contenute nel libro”.

Proprio le storie d’amore saranno il fulcro di questa narrazione teatrale sui generis: “storie di donne che hanno provato ad amare artisti con esiti che vanno dal tragico della Elizabeth di Dante Gabriel Rossetti al comico della Giulietta di Fellini, dall’epico della Nadežda di Osip Mandel’štam al lirico della Fanny di Keats, dal cinematografico della Alma di Hitchcock al fiabesco della Edith di Tolkien. Ognuna aggiungerà un filo a un intreccio più ampio, infatti le storie che sceglierò saranno evocate e inserite all’interno della cornice narrativa della grande storia d’amore che tutte le contiene e le illumina senza far sconti, il mito amoroso per eccellenza: Orfeo ed Euridice, nella elegante e al tempo stesso potente versione del poeta Ovidio. I fili si intrecceranno in una trama che alla fine, come tutte le narrazioni a caccia del segreto delle origini, proverà se non a rispondere, magari a rendere più vivibile, la grande e essenziale domanda che assilla il mio – e credo di tutti – cuore: l’amore salva?”.

 

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato