SemioFOOD, un premio per la migliore comunicazione del gusto: ecco come partecipare

Il riconoscimento intende valorizzare la cultura e la comunicazione del gusto, premiando strategie di brand e forme pubblicitarie

Un premio per la migliore comunicazione di brand delle aziende siciliane nel settore dell’enogastronomia: è  “SemioFOOD“, indetto dall’Associazione Italiana di Studi Semiotici (AISS), in occasione del XLVI congresso annuale che si terrà a Palermo dal 30 novembre al 2 dicembre 2018 presso il Museo Internazionale delle Marionette “A. Pasqualino”. L’iniziativa è in linea con il tema del congresso: “Politiche del gusto: mondi comuni, tra sensibilità estetiche e tendenze alimentari”.

Il riconoscimento intende valorizzare la cultura e la comunicazione del gusto, premiando strategie di brand e forme pubblicitarie delle aziende che in questi ultimi anni (a partire dal 1 gennaio 2013 fino alla data di pubblicazione del bando) hanno meglio raccontato il territorio e la cultura siciliana.

SemioFOOD: come partecipare

Possono partecipare le aziende enogastronomiche, con sede legale e/o impianti produttivi in Sicilia, il cui marchio sia fortemente legato al territorio e alla cultura siciliana del gusto e a essere valutata sarà la comunicazione di brand pianificata e realizzata su uno o più mezzi: Tv, radio, affissione, stampa, ma anche web, social e altri canali non convenzionali che presuppongono specifiche forme comunicative, includendo progetti di identità visiva e di comunicazione integrata, nonché packaging e merchandising.

La scadenza per la presentazione dei lavori è fissata al 10 novembre 2018: il premio “SemioFOOD” sarà assegnato a una sola azienda vincitrice, sulla base della valutazione della giuria composta da docenti universitari ed esperti dei campi della comunicazione, del branding, della cultura del cibo e del vino, composta da : Gianfranco Marrone, docente di Semiotica (Università di Palermo), Rosario Perricone, direttore del Museo “A. Pasqualino” (Palermo), Paolo Inglese, docente di Orticoltura (Università di Palermo), Nicola Perullo, docente di Estetica (Università delle Scienze Gastronomiche), Marco Bolasco, responsabile editoriale Giunti Editore, Fabrizio Carrera, giornalista enogastronomico. A presiedere la giura sarà il presidente dell’AISS nonché docente di Semiotica all’Università di Bologna, Anna Maria Lorusso.

La cerimonia di premiazione avverrà nel corso del congresso AISS, al vincitore verrà assegnato come riconoscimento uno dei dolci più rappresentativi della tradizione siciliana: un “Pupu a Cena”, pupo siciliano di zucchero, raffigurante la marionetta di un paladino, realizzato dal maestro dolciario Rosciglione e offerto dal Museo delle Marionette. La giuria si riserva di citare in una speciale menzione quelle proposte ritenute particolarmente interessanti e meritevoli.

Per scaricare il bando, basta cliccare qui.

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato