Sicily en Plein air: i parchi della Sicilia diventano “smart”

Ogni Ente Parco collaborerà alla realizzazione della mappa, ma la novità è nei contenuti, che saranno aggiornati in continuazione sull’apposita app.

I parchi naturali della Sicilia diventano smart, grazie alla creazione di una mappa interattiva che sfrutta la tecnlogia Q-Code e un’app. Questa l’idea di Sicily en Plein air, progetto lanciato da Confesercenti Sicilia: stamattina i commissari straordinari dei cinque Parchi della Regione – Parco delle Madonie, Parco Fluviale dell’Alcantara, Parco dei Sicani, Parco dell’Etna e Parco dei Nebrodi – hanno firmato una convenzione per rendere il tutto realtà, insieme all’assessore al Territorio e Ambiente Toto Cordaro e al presidente di Confesercenti Sicilia Vittorio Messina.

Sicily en Plein air: il progetto

Ogni Ente Parco collaborerà alla realizzazione della mappa, ma la novità è nei contenuti, che saranno aggiornati in continuazione sull’apposita app, cui si potrà accedere grazie al Q-code tramite i sistemi mobile.

“La promozione ambientale e la valorizzazione dei Parchi hanno forti margini di crescita in Sicilia – dice l’assessore Toto Cordaro – Fino ad oggi ogni Ente Parco ha lavorato per consolidare le proprie potenzialità. Creare oggi un sistema regionale e avviare sinergie con associazioni come la Confesercenti significa elevare a potenza i risultati sia in termini di ricettività turistica che di valorizzazione e sviluppo dei territori”.

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato