Stardust, polvere di stelle per la nuova collezione sposa di More

more stardust collection 2019

La stilista Morena Fanny Raimondo stavolta decide di puntare in alto e crea abiti che racchiudono in sé la stessa meraviglia che rimane negli occhi quando si osserva un cielo stellato

«Siamo tutti fatti di polvere di stelle»: una riflessione che sicuramente avrà fatto sua la stilista Morena Fanny Raimondo quando ha creato i 15 abiti dalla nuova collezione sposa 2019 Stardust.

Dopo aver più volte reinterpretato la sicilianità, nel senso più nobile del termine, dalla collezione ispirata Donna Franca, all’ultima dedicata alla Pomelia, fiore simbolo di Palermo, la designer palermitana decide di perdersi fra le stelle con una bridal collection che va oltre i limiti territoriali per puntare in alto.

Stardust, l’eleganza universale delle spose MORE

“Sentivo l’esigenza di raccontare una bellezza e un’eleganza più universale, anche se soprattutto in alcuni capi la sicilianità viene comunque fuori, d’altronde tutto nasce in una calda notte d’estate siciliana, sotto un cielo che sembrava ricamato di stelle, in quel momento ho capito che volevo restituire, attraverso le mie creazioni, quella stessa armonia, insieme ad una forte emozione, che solo la vista del firmamento ti sa dare”.

stardust more

Modello Antares

Ecco allora che la Sicilia e Palermo si riaffacciano nella scelta della location degli scatti della collezione e quale miglior posto se non lo Spasimo per rivolgere il proprio sguardo verso l’alto?

“Ho voluto immaginare una donna, seguendo il mio personale ideale di bellezza, come se fosse una stella cadente, una donna sognante e romantica, naturale e spontanea e la scelta della location doveva andare in questa direzione”.

I riferimenti alla volta celeste si trovano sia nella denominazione degli abiti, che prendono il nome da costellazioni e stelle, sia nei materiali di alcuni capi, realizzati appositamente per il brand MORE, con motivi di stelline ricamate o macramè intarsiati a motivo di stelle.

Lyra Stardust More

Modello Lyra

Inoltre, come ci spiega la stessa stilista, dal punto di vista modellistico in quasi su tutti i look si ripete la scollatura con il V profondo, che visto in positivo o negativo ricorda la geometria della punta di una stella, mentre le linee delle gonne sono fluide sviluppando la ruota e i movimenti circolari in riferimento a moti dei corpi celesti.

Con la nuova collezione sposa Stardust l’atelier MORE si prefigge di diventare un punto di riferimento sempre più importante nell’universo sposa, con creazioni sofisticate costellate di dettagli e particolari che intendono valorizzare la donna che le indosserà affinché brilli di luce propria.

Credits: foto Luca Savettiere

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato