Sicilia da Gustare 2018/2019, la nuova guida ai ristoranti presentata a Palermo

Guarda la gallery
15 foto
Sicilia da Gustare 2018/2019, la nuova guida ai ristoranti presentata a Palermo

Sicilia da Gustare 2018/2019, la nuova guida ai ristoranti presentata a Palermo

Sicilia da Gustare 2018/2019, la nuova guida ai ristoranti presentata a Palermo
rhdr

rhdr

Sicilia da Gustare 2018/2019, la nuova guida ai ristoranti presentata a Palermo

Sicilia da Gustare 2018/2019, la nuova guida ai ristoranti presentata a Palermo

Sicilia da Gustare 2018/2019, la nuova guida ai ristoranti presentata a Palermo

Sicilia da Gustare 2018/2019, la nuova guida ai ristoranti presentata a Palermo

Sicilia da Gustare 2018/2019, la nuova guida ai ristoranti presentata a Palermo

Sicilia da Gustare 2018/2019, la nuova guida ai ristoranti presentata a Palermo

Sicilia da Gustare 2018/2019, la nuova guida ai ristoranti presentata a Palermo

Sicilia da Gustare 2018/2019, la nuova guida ai ristoranti presentata a Palermo

Sicilia da Gustare 2018/2019, la nuova guida ai ristoranti presentata a Palermo

Sicilia da Gustare 2018/2019, la nuova guida ai ristoranti presentata a Palermo

Sicilia da Gustare 2018/2019, la nuova guida ai ristoranti presentata a Palermo

Sicilia da Gustare 2018/2019, la nuova guida ai ristoranti presentata a Palermo

Ne emerge una Sicilia sempre più forte e sicura delle proprie tradizioni che riesce, proprio grazie a questa sempre maggiore consapevolezza, a guardare con attenzione anche altre culture

Una grande festa all’insegna delle eccellenze enogastronomiche siciliane è stata quella che si è svolta lo scorso 9 novembre negli eleganti saloni del Grand Hotel Villa Igiea di Palermo in occasione della presentazione della guida ai ristoranti firmata da Sicilia da Gustare.

Protagonisti della serata chef, ristoratori, produttori di vino ed oli, aziende di prodotti di grande qualità ognuno dei quali capaci di raccontare, a proprio modo, il meglio dell’isola.

Anche quest’anno, come nella scorsa edizione, è stato riconfermato il sodalizio con l’isola di Malta, presente in guida con alcuni ristoranti, rappresentata da Gavin Gulia del Malta Tourism Authority e Noel Azzoppardi dell’ Independent che insieme a Carmelo Pagano hanno preso parte al convegno moderato dal giornalista RAI Guglielmo Troina.

Al centro del dibattito, oltre alla presentazione della guida, è stata la ricchezza enogastronomica dell’isola che si traduce in un’offerta ristorativa sempre più proiettata alla ricerca della qualità e della territorialità, una cucina di sperimentazione ed affermazione di prodotti tipici, a prescindere che si parli di trattorie o ristoranti stellati.

Ne emerge una Sicilia sempre più forte e sicura delle proprie tradizioni che riesce, proprio grazie a questa sempre maggiore consapevolezza, a guardare con attenzione anche altre culture, come quella dell’isola dei cavalieri, riuscendo a vedervi il riflesso della propria pur avendo chiare le differenze sostanziali che risiedono nelle influenze subìte per due secoli dall’arcipelago maltese da parte degli inglesi che ne hanno oscurato le peculiarità mediterranee con la cultura del “fish and chips”.

Tra Malta e la Sicilia esistono tanti punti di contatto – ha affermato Gavin Gulia- e i maltesi amano venire qui e non solo per la bellezza dei luoghi ma anche, e soprattutto, per l’ottimo cibo”.

“Creando un ponte tra Malta e la nostra Isola, Sicilia da Gustare ha l’obiettivo di valorizzare le sinergie tra queste due realtà ispirando nuove destinazioni per i foodies- ci ha spiegato Carmelo Pagano, ideatore e editore della guida. Questo lavoro è frutto dell’impegno mio e dei miei collaboratori con cui abbiamo cercato di suggerire quei luoghi, non necessariamente famosi o stellati, in cui abbiamo mangiato con gusto e soddisfazione, consigliandoli proprio come si fa con un amico”.

Cena di gala per Sicilia da Gustare

Presenti alla cena di gala che ha seguito la presentazione della guida alcuni degli chef e ristoratori che hanno creduto nel progetto editoriale: Salvatore Piccione (T’Anna Mari), Giovanni Lullo (Cortile Pepe), Hermes Picone (Baglio San Pietro), Nicola Bandi (Osteria Il Moro), Gigi Mangia (Mangia), Giuseppe Oriti e Eliana Carroccetto (Il vecchiocarro), Francesco Arena (Masino Arena), Nunzio Tomasello (Le Calette), Giancarlo Urso e Carlo Rallo (Taglia e Arrusti), Riccardo Cilia (Tocco d’Oro), Manuel Lazzaro (E Pulera).

In degustazione anche alcuni finger preparati da Gianni Giardina e Paolo Farrugio della Macelleria Giardina di Canicattì nonché un finger speciale realizzato dagli studenti dell’Istituto Alberghiero di Giarre, vincitori del primo concorso enogastronomico per le “Scale del Gusto” di Ragusa.

Il ricco menù della cena di gala è stato realizzato dagli chefMassimo Mantarro (Principe Cerami), Claudio Ruta (La Fenice) insieme a Massimo Schininà,

Carmelo Trentacosti (Cuvée du Jour), Salvatore Gambuzza (La terrazza degli Dei), Seby Sorbello(Sabir Gourmanderie), il sous chef di Jonathan Vassallo (Capo Crudo), Alessandro Ravanà (Salmoriglio), Alberto Rizzo (Osteria dei Vespri), Alfio Visalli (Blu Lab Academy) che dalle loro postazioni hanno deliziato gli ospiti con le preparazioni che più li rappresentano.

Spazio anche alla dolcezza con le creazioni di Mauro Lo Faso (Pasticceria Delizia Lo Faso), Giovanni Cappello dell’omonima pasticceria e Vincenzo Cinardo (Ariston Dolci).

Le preparazioni gastronomiche sono state accompagnate da prestigiose etichette delle cantine Bisol, Benanti, Baglio del Cristo di Campobello, Palmento Costanzo, Casa di Grazia, Feudo Maccari, Feudo Luparello, Barone Sergio, Feudo Ramaddini, Arfò, Zisola, Tenute Orestiadi, Abbazia Santa Anastasia e Di Bella. Presente anche la birra dell’azienda Assoluta srl e i prodotti di alcune

aziende presenti in in guida come Val Paradiso e Vernera Olivicoltori per l’olio, Giacalone di Rosso di Mazara, Molini Riggi, Valle del Grano, Vancheri cafè, Jungle farm, Thalass, Aquamaris e Acquanova Sicilia.

Ad impreziosire la serata la sfilata di abiti realizzati dalla stilista Maria Giovanna Costa, alcuni dei quali ispirati agli interni di Villa Igiea, testimonianza della famiglia Florio, ed in particolare, alla figura di Donna Franca Florio, e la presentazione ufficiale della nuova BMW serie 8 coupé.

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato