La grande moda siciliana d’epoca in mostra a Villa Palagonia

Maria Grazia Cucinotta

Si possono ammirare abiti Adrienne o Robe à la français tipici del Settecento coi famosi panier dai tessuti pregiati come i broccati e le sete ma pure abiti da gran sera appartenuti a nobildonne siciliane provenienti da importanti casate.

Da sabato 3 a domenica 25 novembre il Museo del Costume e della Moda Siciliana di Mirto apre le porte di Villa Palagonia, a Bagheria, per una mostra di abiti originali del Settecento e Ottocento. La selezione di capi è a cura dell’architetto Giuseppe Miraugo, direttore del museo.

“Vestiture del Regno di Sicilia – La collezione di abiti d’epoca di Mirto a Villa Palagonia” propone i costumi più prestigiosi del Museo del Costume e della Moda Siciliana dal Settecento fino alla fine dell’Ottocento.

L’evento è promosso e organizzato dall’associazione di promozione sociale “In Sicilia” in collaborazione con il Comune di Mirto e con il supporto delle associazioni Officine del costume di Roberta Barraja e Termini d’Arte di Rita Elia.

Madrina d’eccezione del Museo, inaugurato nel 1993, è l’attrice Maria Grazia Cucinotta. La collezione è arricchita dal otto abiti di grande manifattura della collezione del professore Melchiorre Milco Dalacchi.

Si possono ammirare abiti Adrienne o Robe à la français tipici del Settecento coi famosi panier dai tessuti pregiati come i broccati e le sete ma pure abiti da gran sera appartenuti a nobildonne siciliane provenienti da importanti casate.

Non mancano gli abiti del 1860 che richiamano i fasti gattopardiani, abiti da gran corte con galloni che rievocano l’unità d’Italia e perfino una rara camicia rossa di un garibaldino mirtese che prese parte alla battaglia di Milazzo.

E, ancora, ci sono livree di note famiglie come Bordonaro, Schisò, Torricilli, Natoli, Rinaldi Gaetani e ancora corpetti, un abito arbëreshë ed altri accessori.

Info utili

Il biglietto ha un costo di 5 euro e permette anche, con 1 euro in più, la visita serale ad alcune ale della Villa generalmente chiuse al pubblico (dai giardini alla splendida Sala degli Specchi e le altre sale del piano nobile, quest’ultime aperte in occasione dell’esposizione e solitamente non visitabili).

È possibile prenotare una visita serale guidata (durata 45 minuti) solamente nelle giornate del 9, 10, 16, 17, 23 e 24 novembre (i venerdì e i sabato) in due turni: 20.30 e 21.30. È necessario prenotare le visite serale chiamando il numero 329 2160074.

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato