Arte, design, artigianato: a piazza Rivoluzione la mostra ‘Fieravecchia’

Fieravecchia è il nome della fiera che si svolgeva, fin da tempi antichissimi, nell’omonima area palermitana, limitrofa ai Lattarini

Lo spazio di Giovanni Lo Verso presenta Fieravecchia, aperta fino a lunedì 24 dicembre, dalle 16 alle 20,30.  Fieravecchia è il nome della fiera che si svolgeva, fin da tempi antichissimi, nell’omonima area palermitana, limitrofa ai Lattarini, abitata da mercanti d’arme, di tele di alona, iuta, e canapa. Era un’area ricca di botteghe artigiane e per questo luogo di scambio di sapere e cultura.

Innumerevoli vicende sono evidenziate dalla storia della nostra città in merito a quest’area che fu un teatro “rivoluzionario “dove si svolsero diversi episodi della lotta risorgimentale borbonica e dove vittorioso entrò Garibaldi nel 1860. Sulla scia della voglia di cambiamento che accompagnò quegli anni nasce il progetto “Fieravecchia” incontro di eccellenze del territorio tra arte\design\artigianato riunite all’interno dello Spazio Arèa per esprimere il proprio orgoglio culturale attraverso opere, manufatti, prodotti, suggestioni ed idee.

Lo Spazio Arèa da tempo sposa l’idea di ridare nuovo impulso ad un vecchio centro produttivo ed economico della città rievocando le identità territoriali che in questo quartiere e nella piazza che domina con la statua del Genio di Palermo si sono incrociate.

In mostra:
Alessandro Di Giugno, Igor Scalisi Palminteri, Andrea Buglisi, Riccardo Brugnone, Laboratorio Saccardi, Linda Randazzo, Mediterraneattitudine, Cetty Davì-Mu Factory, Alessandro Bazan, Marcello Buffa, Raffaele Piccoli, Roberta De Grandi, Vittoria Marucci, Nelida Mendoza, Berrettificio Siciliano, Rocco Carlisi, Domenico Pellegrino, Roberto Intorre, Ambra Di Trapani, Rizzo Bespoke shoes, Gianni Pedone, Salvo Scherma, Luca Mannino, Salvo Salvato, Daniela Balsamo, Nicola Busacca, Dario Andriolo, Giuseppe Finocchio, Giulio Vaccaro. Saranno presenti alcuni lavori degli alunni del corso affresco-mosaico dell’Accademia delle Belle Arti di Palermo.

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato