La storia di Stefano, che ha vinto il bullismo e ora sfila per Dolce e Gabbana

Facendo leva su determinazione, positività e cambiamento, ha raggiunto tanti importanti risultati. Stefano ha sconfitto i bulli, l'obesità e trovato il suo equilibrio psico-fisico

La storia di Stefano Fappiano, modello ragusano, è una storia intensa e vincente. È un percorso che l’ha portato fino alle passerelle di Dolce e Gabbana, che l’ha visto lottare con tenacia ed è diventato un libro: “Quel benedetto tunnel”, uscito nel giugno scorso. Facendo leva su determinazione, positività e cambiamento, ha raggiunto tanti importanti risultati. Ha sconfitto i bulli, l’obesità e trovato il suo equilibrio psico-fisico.

«All’età di 12 anni – racconta – non crescevo e i miei amici mi chiamavano nano, giocavo a basket e si capisce bene come l’essere nano a quell’età fosse un po’ frustrante, ho cominciato ad avere un grande complesso che a poco a poco mi ha fatto saltare qualche allenamento e provocato una piccola depressione, quindi il calvario, ho iniziato a mettere peso e sono entrato in un circolo vizioso: più ero nervoso, più mangiavo per il nervosismo.

A mare andavo solo con la magliettina, ma mentre mia madre e mio fratello cercavano di farmi cambiare dicendo che stavo sbagliando, mio padre si limitava a darmi quell’input, “quando vuoi io ci sono”. A un certo punto mi sono trovato davanti ad un bivio: la mia vita doveva cambiare per forza, ed il circolo è cambiato. Mi allenavo, dimagrivo, e più sport facevo e più perdevo peso più stavo bene anche psicologicamente».

Lo scorso novembre l’Accademia delle Pregi ha conferito a Stefano l’attestato di benemerenza come scrittore emergente del 2018. Il suo libro è una via di mezzo tra un’autobiografia e un testo motivazionale.

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato