Palermo & le Strade del Vino: terzo appuntamento dedicato al Nero D’Avola

Sarà il Nero d’Avola, principe dei vitigni autoctoni siciliani a bacca rossa, il protagonista del terzo appuntamento del ciclo “Palermo & le strade del vino” inaugurato alla Bottiglieria del Massimo a novembre 2018

Si tratta di una rassegna del gusto che ha lo scopo di promuovere e diffondere nel capoluogo di provincia siciliano l’arte del buon bere. Il terzo appuntamento, dopo i primi due che hanno avuto come protagonisti rispettivamente il Cerasuolo di Vittoria e l’Etna rosso, sarà il 7 febbraio a partire dalle ore 19 con il Nero d’Avola, il re dei vitigni a bacca rossa di Sicilia, che sarà abbinato al maialino nero dei Nebrodi, Presidio Slow Food.

I vini in degustazione sono stati selezionati con grande cura ed attenzione al fine di rappresentare diverse espressioni di Nero d’Avola provenienti da altrettante zone del territorio siciliano.

Essendo, infatti, largamente coltivato in tutta la Sicilia a diverse quote di altezza dal livello del mare, questo vitigno è in grado di regalare percezioni gustolfattive diverse in base al terroir di provenienza, alla filosofia di produzione e alle caratteristiche pedoclimatiche assicurando un percorso sensoriale davvero affascinate alla scoperta di vini rossi mai banali e sempre diversi.

Saranno 21 le etichette, di seguito elencate, di Nero d’Avola in degustazione che provengono da altrettante cantine dislocate in tutta la Sicilia, a partire dalle colline di Camporeale fino all’estremo sud di Sicilia nella zona della Val di Noto, passando per la Valle dei Templi fino nell’entroterra siculo: Arianna Occhipinti, Tenuta Bastonaca, Baglio Bonsignore, Bruchicello, Alessandro di Camporeale, Case Alte, Baglio del Cristo di Campobello, Curto, Fondo Antico, Feudo Montoni, Gulfi, Gurrieri, Morgante, Porta del Vento, Ricalkata, Riofavara, Principi di Spadafora, Tamburello, Tenuta Valle delle Ferle, Terre di Grazia, Terre di Shemir.

Ai vini saranno abbinati i prodotti derivati dal suino nero dei Nebrodi, allevato allo stato semibrado esclusivamente nella riserva naturale dei Monti Nebrodi: il prosciutto cotto, lavorato secondo le più antiche tradizioni siciliane, sottoposto a salagione e a lunga stagionatura, il crudo, il lardo salato, il guanciale, la mortadella, il salame e la salsiccia secca . La serata sarà allietata da musica dal vivo che renderà l’atmosfera ancora più piacevole.

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato