fbpx

STREET FOOD MANIA
SICILIA CHE PIACE AI TURISTI

Persino il britannico "The Guardian" è venuto in Sicilia, per assaggiare la famosa frittola palermitana: ecco cosa ne pensa la giornalista

È inutile opporre resistenza: lo street food siciliano si è ormai guadagnato un posto di rilievo nei dibattiti dedicati alla cucina. Una passione, quella per il cibo di strada dell’Isola, che va ben oltre i confini nazionali, come dimostra un articolo pubblicato nei giorni scorsi dal britannico The Guardian. La giornalista Hannah Summers ha fatto tappa a Palermo, dove si è lasciata conquistare da una preparazione molto particolare, sicuramente inusuale per chi vive oltremanica: la frittola.

“In Sicilia – scrive – la colazione non è tanto cappuccino, quanto piuttosto frittola”: puntuale, poi, arriva la spiegazione della preparazione di questo cibo di strada che viene custodito dentro un paniere. Una specialità ben più complessa di quanto non si possa immaginare, che alla fine viene fritta fino a diventare croccante. “Adesso la stringo tra le mie mani – spiega la giornalista – ed è sorprendentemente deliziosa, mi ricorda la pelle del pollo arrosto”.

Hannah Summers racconta che a Palermo, capitale dello street food, si è soliti consumare specialità che derivano da uno storico miscuglio di ingredienti, sulle tracce degli antichi conquistatori della Sicilia. Diciamoci la verità: la frittola non è certo una specialità dello street food a portata di tutti. Bisogna vincere anzitutto la soggezione provocata da quel cestino tutto coperto, poi lasciarsi andare ad un assaggio privo di qualsiasi pregiudizio culinario. Se anche gli stranieri si lasciano conquistare, un motivo ci sarà, no?

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato