BORSE TARÍ RURAL-DESIGN
L’AGRICOLTURA VA DI MODA

La moda prende in prestito materiali antichi: i sacchi di canapa utilizzati per la raccolta delle olive si trasformano in borse rafinate

La creatività dei talenti siciliani si esprime in molti modi, ma lo fa mantenendo uno stretto legame con il territorio. Moda e design raccontano la storia e parlano dei luoghi con una chiave di lettura sempre diversa, proprio come il progetto Tarì Rural-Design, brand ecosostenibile lanciato da Ezio Lauricella, imprenditore di origini agrigentine, cresciuto a Palermo. Materiali antichi e “poveri” diventano elemento distintivo di una linea di borse: i sacchi di canapa utilizzati per la raccolta delle olive rilanciano la cultura locale, celebrano il valore dei prodotti artigianali e diventano “di moda”. Per il lancio di questo brand, Lauricella ha stretto un dialogo con alcune aziende agricole, che hanno ricevuto in dono diverse forniture di sacchi di canapa. I lavoratori, a fine raccolto, hanno ridato all’imprenditore i sacchi, che sono stati utilizzati per la collezione di borse Tarì Rural-Design. Ezio Lauricella aveva già fatto parlare di sé con il marchio “Cum Laude” – con il quale si è fatto conoscere nelle capitali internazionali del lusso – ed è stato selezionato nel 2014 tra i manager under 35 più promettenti d’Italia e candidato al “Wired Auri Innovation Award 2014”. La sua nuova sfida è Tarì Rural-Design.

La classicità dei nostri modelli – si legge su tarifashion.it – trasuda il fascino di materiali quali corde, cuoio e pelli utilizzati nei secoli da butteri e mulattieri, combinati con il wax print, il ‘tessuto africano’ che con le sue tinte variopinte racconta la storia dei rapporti di un Occidente industrializzato e colonialista, e un Continente – quello africano – ricco di risorse e speranze.

La vision di questo brand va oltre il concetto di moda e design: racchiude l’importanza della tradizione artigianale e dell’handmade italiano, incontra il valore del ri-utilizzo dei materiali e degli elementi locali. Una linea di borse che parla un linguaggio unico nel suo genere e si fa notare. Proprio come la Sicilia.

1 Commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato