LO STREET FOOD GIRA IN MOTOAPE
ECCO L’IDEA DI APEAT

Lo street food siciliano scende in strada a bordo di una motoape: è ApEat, idea di cinque ragazzi messinesi

Cinque ragazzi messinesi, una motoape, una tradizione culinaria apprezzata in tutto il mondo: sono questi gli ingredienti di ApEat, progetto che porta le prelibatezze made in Sicily in giro per le strade. Tutto è nato lo scorso luglio, con la creazione di un piccolo angolo culinario itinerante, all’interno di una motozappe. Daniele Travisano, Federica Mulè, Gabriele e Giuseppe Arcovito, Giuseppe Cardiano e il loro consulente, Pierluigi D’Amore, hanno unito le loro esperienze e professionalità, dando il via a questa attività.

Tante le tappe, non solo messinesi, con l’obiettivo di espandersi e creare un franchising in tutta Italia, sulla scia dello slogan La Sicilia vien mangiando. ApEat propone i classici Arancini, i Pidoni, lo Sciabbacheddu (cicirello, qualità di pesce azzurro), fettucce di totano fritte, cozze fritte, gamberi fritti, francescani (calamaretti più pregiati e teneri), alici impanate fritte e crocchette di merluzzo. Il progetto unisce la cucina tradizionale a un’anima social: la motoape è dotata di un sistema di geolocalizzazione, con il quale è possibile monitorare gli spostamenti, tramite una web-app.

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato