fbpx

IL PONTE SULLO STRETTO PRENDE VITA
L’IDEA DEL DESIGNER GAETANO PESCE

Gaetano Pesce, grande nome della scultura, dell’architettura e del design Made in Italy, così il Ponte sullo Stretto così

Una struttura a forma di “S”, che aiuta a decelerare la velocità, ma è anche un omaggio alla prima lettera del nome Sicilia, sostenuta da 20 piloni, tanti quanti le regioni d’Italia. Gaetano Pesce, grande nome della scultura, dell’architettura e del design Made in Italy, immagina il Ponte sullo Stretto così: “abitato”, grazie agli spazi ricavati nei piloni, usati per esposizioni di opere d’arte e parcheggi, ma anche per ristoranti, alberghi e ostelli. Riprendendo la tradizione italiana dei ponti abitati, ha ideato un luogo visibile, in cui l’unica traversata veloce è quella del treno. I piloni, oltre ad essere strutture, hanno funzioni ricreative e di servizio. Ognuno è dedicato ad una delle regioni italiane, che ne dovrebbe sostenere anche il costo. Un Ponte sullo Stretto che è anche “strumento di promozione dell’immagine dell’Italia nel mondo”.

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato