SALVATORE NICOTRA A SANREMO:
UN IMPIEGATO SICILIANO SUL PALCO DELL’ARISTON

Nella seconda serata del Festival di Sanremo tutti gli sguardi del teatro Ariston sono stati per Salvatore Nicotra, un impiegato-modello del Comune di Catania

C’è sempre un po’ di Sicilia al Festival di Sanremo. A inaugurare la kermesse è stata la cantante Giusy Ferreri (Leggi qui) e anche all’inizio della seconda serata, mercoledì 8 febbraio, un personaggio arrivato dall’isola è stato protagonista. Stavolta, però, non è stato un cantante a conquistare la scena, né qualcuno del mondo dello spettacolo. Tutti gli sguardi del teatro Ariston sono stati per Salvatore Nicotra, un impiegato del Comune di Catania. Perché Nicotra è stato invitato a Sanremo?

Il 69enne, in pensione dal 2014, non ha mai fatto un giorno di assenza, neanche per malattia, regalando alla città ben 239 giorni di ferie non godute. Per anni è stato vicesegretario generale: mentre raccontava la sua storia, attraverso i suoi occhi era possibile vedere il grande amore che ha nutrito per il suo lavoro. Il famoso “posto fisso”, diventato oggi più un miraggio che una possibilità concreta.

L’impiegato modello ha voluto lanciare un messaggio importante. In un periodo storico in cui le parole “assenteismo”, “furbetti del cartellino” e “disoccupazione” compaiono quasi quotidianamente sui giornali, ha spiegato di aver avuto un privilegio, esortando chiunque faccia un lavoro simile a quello che ha fatto lui a non cercare di “imbrogliare”.

 

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato