fbpx

RELAIS & CHÂTEAUX AMA LA SICILIA
CAPOFARO A SALINA ENTRA NELLA RETE

Guarda la gallery
2 foto
RELAIS & CHÂTEAUX AMA LA SICILIA
CAPOFARO A SALINA ENTRA NELLA RETE

RELAIS & CHÂTEAUX AMA LA SICILIA
CAPOFARO A SALINA ENTRA NELLA RETE

All’ombra di un vecchio faro ancora in funzione, il resort è il punto di partenza per esplorare la verdissima Salina, l’acqua di cristallo, le calette, lo spettacolare tramonto di Pollara, l’interno lussureggiante e la vita isolana, con i suoi ritmi lenti

L’incontro tra Relais & Chateaux e Capofaro era solo questione di tempo. Adesso è realtà. Relais & Chateaux raccoglie in un esclusivo club famiglie di tutto il mondo che condividono un senso alto dell’ospitalità, un’impronta di classe personale e la cura amichevole dell’ospite. Sono dimore e tavole che offrono ai viaggiatori più esigenti un ideale di comfort elegante e informale.

Questa filosofia è condivisa dalla famiglia Tasca d’Almerita, nobile casata siciliana che ha unito la secolare vocazione vinicola e agricola a un’offerta di accoglienza basata sul buon vivere. Capofaro è nato nel 2003 dal desiderio dei Tasca di creare un buen retiro, un’oasi di pace per chi ama la natura, il silenzio, la bellezza e l’immersione in un mare unici e in una terra viva, ricca, produttiva.

Capofaro è prima di tutto una tenuta vinicola: le vigne che circondano le 21 suite non sono un elemento decorativo, ma il luogo dove nascono due varianti di Malvasia, vitigno tipico dell’isola, riconosciute e premiate a livello internazionale: Capofaro e Didyme. Tasca d’Almerita ha intrapreso, negli anni, un preciso progetto di valorizzazione delle varietà autoctone e dei territori a maggiore vocazione vitivinicola, affiancando alla storica tenuta Regaleali, altre 4  in tutta la Sicilia, dall’Etna all’isola di Mozia.

All’ombra di un vecchio faro ancora in funzione, il resort è il punto di partenza per esplorare la verdissima Salina, l’acqua di cristallo, le calette, lo spettacolare tramonto di Pollara, l’interno lussureggiante e la vita isolana, con i suoi ritmi lenti. Da qui si possono, in giornata, esplorare le sorelle eoliane, patrimonio Unesco dell’Umanità: Stromboli, Panarea, Lipari, Vulcano, Alicudi e Filicudi. Buon vivere, per la famiglia Tasca d’Almerita, vuol dire anche benessere a 360 gradi, con la piscina, una deliziosa area massaggi, le lezioni di yoga sulla splendida terrazza panoramica e un campo di paddle tennis.

I prodotti delle Eolie, il pesce, i fichi d’India, il famoso cappero di Salina si ritrovano nei piatti del ristorante di Capofaro.  Il giovane chef Ludovico De Vivo trasforma erbe e ortaggi raccolti nella tenuta in piatti ispirati alla grande tradizione gastronomica siciliana e alla storia culinaria dei Tasca. Con un tocco personale e un’importante esperienza internazionale usa il cibo per  raccontare la Sicilia e il Sud Italia: dalla colazione con delizie preparate ogni mattina dalla cucina, al pranzo informale all’aperitivo con vista sul mare, alla cena elegante.

L’ingresso in Relais & Chateaux è condiviso con la famiglia La Rosa, amici e colleghi della Locanda di Don Serafino a Ragusa Ibla. Nelle terre del barocco, sempre sotto la tutela dell’Unesco, questo ristorante condivide con Capofaro il desiderio di raccontare la Sicilia migliore, ormai meta immancabile per i viaggiatori di gusto.

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato