fbpx

Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018: ecco gli eventi in programma

Gli eventi in programma sono tantissimi, oltre 780, tra arte, musica, teatro, appuntamenti, convegni e sport

Palermo è un mosaico di culture, una capitale del Mediterraneo che ha visto, nel corso dei secoli, numerose dominazioni e che da ognuna di esse ha saputo trarre preziosi insegnamenti. La ricchezza e la bellezza della città risiedono proprio in quelle mille anime derivate dal passato, che vivono il presente e sono proiettate nel futuro. Le testimonianze sono evidenti nel paesaggio, nelle opere architettoniche, nella cucina e nel tessuto urbano.

Si tratta di un patrimonio straordinario, stratificato e sintetico, che si traduce in arte: dalle tessere dei mosaici alle cupole rosse, dall’Opera dei Pupi alle architetture classiche. Palermo è la Capitale Italiana della Cultura 2018: un ruolo importante, che porta con sé numerose responsabilità e che la città è pronta ad abbracciare. Il calendario degli eventi è stato presentato dal sindaco Leoluca Orlando e dall’assessore alla Cultura Andrea Cusumano, alla presenza del presidente del Consiglio dei Ministri Paolo Gentiloni, del ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini e del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci.

Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018: il programma

Il palco del Teatro Massimo, simbolo di rinascita della città, ha accolto tanti ospiti ed è stato svelato per l’occasione il nuovo logo. A realizzarlo, è stato Sabrina Ciprì, studentessa palermitana dell’Accademia di Belle Arti: in un unico simbolo racchiude la P declinata dall’arabo, dall’ebraico, dal fenicio e dal greco, a sottolineare le lingue di chi ha gettato le fondamenta della città.

Gli eventi in programma sono tantissimi, oltre 780, tra arte, musica, teatro, appuntamenti, convegni e sport. A giugno si aprirà inoltre la Biennale Manifesta12, che per cinque mesi proietterà la città nel mondo dell’arte internazionale. Tra pochi giorni arriverà “Love difference”, il grande tavolo specchiante a forma di bacino del Mediterraneo creato da Michelangelo Pistoletto, che sarà installato nel salone delle danze della Fondazione Sant’Elia, cuore tecnico e organizzativo della Palermo Capitale. Per scaricare il programma completo, CLICCA QUI.

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato