fbpx

Tavula Cunzata: tre chef siciliane protagoniste nella giornata della donna

tavola cunzata

Tavola Cunzata vedrà tre grandi chef donne ai fornelli per esplorare i gusti della tradizione italiana, da Sud a Nord

La buona tavola, realizzata da esperte del mestiere, festeggia la Giornata internazionale della donna. Tre chef di prim’ordine sono state chiamate a rappresentare il mondo femminile e la sua straordinaria creatività in una giornata che vuole celebrare il gentil sesso.

Giunto alla sua ottava edizione, Tavula Cunzata è un evento gastronomico in programma l’8 marzo 2018 a Masseria Carminello, di via Carminello 21 a Valverde (Ct): un appuntamento dedicato alla riscoperta dei sapori perduti e degli antichi odori.

L’intento dell’iniziativa, ideata da Antonio Rosano e Giovanni Samperi, è di riscoprire la tradizione attraverso l’emozione del gusto. Tradizione che per questa edizione supera i confini dell’isola, con un viaggio del gusto da Nord a Sud.

Le tre chef protagoniste di Tavula Cunzata

Dietro i fornelli di Tavula Cunzata tre grandi donne, tre grandi chef, protagoniste del programma tv Top Chef Italia andato in onda sul Canale Nove.

Il viaggio parte dalla cucina siciliana che verrà rappresentata dalla palermitana Bonetta Dell’Oglio, famosa per le sue ricette innovative tra cui il Sushiliano®, il Sushi Siciliano o le escaloppes di foie gras al Marsala stravecchio, l’arancina di spezzato di grano o le vellutate di pane raffermo.

Il viaggio prosegue verso il cuore della nostra penisola con la chef napoletana Fabiana Scarica, vincitrice del talent show televisivo enogastronomico e con un passato come allieva di Gualtiero Marchesi.

Il percorso di Tavula Cunzata si chiude a nord con la lecchese Cinzia Fumagalli: la sua è una lunga carriera fatta di successi, ma anche di molti momenti difficili, nei quali si è dovuta scontrare con il mondo maschile, difendendo sempre i diritti delle donne. Ha fatto parte della Federazione Italiana Cuochi, dell’Associazione Professionale Cuochi Italiani ed è stata insegnante in una scuola alberghiera.

“Vogliamo rendere omaggio alla donna valorizzando la sua creatività e il suo straordinario talento – spiegano Rosano e Samperi – Abbiamo scelto dunque tre cuoche molto diverse tra di loro in grado di farci assaporare la cultura enogastronomica italiana attraverso un viaggio ideale lungo tutto lo Stivale e le sue tradizioni”.

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato