Bookshop, caffetteria e tanto altro: le novità del Museo Salinas di Palermo

Le novità del Museo Salinas non si esauriscono con bookshop e caffetteria. A breve, infatti, sarà anche presentato un programma di eventi

Continua il percorso di crescita e rilancio del museo archeologico Antonio Salinas di Palermo, con il ritorno della biglietteria, l’apertura di un bookshop e l’allestimento di una caffetteria nel secondo cortile monumentale. Sarà CoopCulture a gestire questi nuovi servizi.

L’esperienza del museo palermitano, che ha per primo intuito che il rilancio delle strutture culturali passa dalla tecnologia e dalla comunicazione, è stato raccontato domenica 18 febbraio a Firenze, durante TourismA – Salone archeologia e turismo culturale. Si tratta della principale manifestazione europea dedicata alla comunicazione delle grandi scoperte archeologiche e alla promozione del patrimonio e del turismo culturale italiano e del Mediterraneo. Oltre all’Itala, hanno partecipato anche Egitto, Marocco, Turchia, Cipro, Malta, Croazia, Ungheria, Israele. In tutto gli espositori internazionali sono stati più di cento e hanno proposto itinerari per il pubblico interessato all’arte.

“Abbiamo voluto organizzare all’interno di questa importante manifestazione – ha detto all’Ansa Francesca Spatafora, direttore del Salinas e a capo del Polo Regionale di Palermo per i Parchi e i Musei Archeologici -, un workshop sui temi delle relazioni e delle connessioni tra musei, comunità e territori, poiché si tratta di esperienze su cui abbiamo incentrato le nostre attività fin dal 2014, quando ancora eravamo chiusi per restauri. Ben prima, quindi, ma in linea, con gli indirizzi dati dal Ministero dei Beni Culturali ai più importanti musei italiani istituiti con la riforma del settore”.

Le novità del Museo Salinas non si esauriscono con bookshop e caffetteria. A breve, infatti, sarà anche presentato un programma di eventi che animeranno l’estate palermitana, in collaborazione con associazioni, istituzioni culturali e cittadinanza.

A proposito del Museo archeologico regionale Antonio Salinas

Il Museo Salinas possiede una delle più ricche collezioni archeologiche d’Italia, testimonianze della storia siciliana in tutte le sue fasi, che vanno dalla preistoria al medioevo. Al suo interno vengono conservati i reperti e manufatti dei popoli che hanno determinato la storia dell’isola: fenici, punici, greci, romani e bizantini, ma anche manufatti di altri popoli come gli Egizi e gli Etruschi.

Museo nazionale fino al 1977, è stato dedicato ad Antonio Salinas, archeologo e numismatico palermitano che lo diresse.

Foto Di HowRapidOpera propria, Pubblico dominio, Collegamento

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato