fbpx

Zagara di Primavera: ritorna la mostra-mercato dell’Orto Botanico di Palermo

zagara

Giunta alla XVI edizione, è dedicata al giardinaggio e al florovivaismo ed aperta alla partecipazione di centinaia di vivaisti-produttori italiani e stranieri

Ritorna tra i viali del suggestivo Orto Botanico di Palermo la mostra-mercato “Zagara di Primavera“. Giunta alla XVI edizione, è dedicata al giardinaggio e al florovivaismo ed aperta alla partecipazione di centinaia di vivaisti-produttori italiani e stranieri, che esporranno collezioni di piante e fiori rari, indigeni ed esotici già dalla prossima edizione di primavera.

L’Orto Botanico di Palermo e l’Associazione Orticola di Lombardia hanno allo studio un progetto di mutua collaborazione che prevede un più stretto legame di iniziative e scambi culturali tra la Mostra dei Giardini Pubblici Indro Montanelli di Milano, che si tiene a maggio e La Zagara. Questa edizione della Zagara – il cui nome deriva dall’arabo “zahara”, cioè sfavillare di bianco, e “zahr”, ossia fiore – sarà dedicata alla conoscenza della biodiversità degli agrumi.

Un viaggio alla scoperta delle piante coltivate appartenenti al genere Citrus e ai loro frutti: Arancio dolce, Arancio amaro, Arancio trifogliato, Bergamotto, Calamondino, Cedro, Chinotto, Finger lime, Limone, Lumia, Limetta, Kumquat, Mandarino, Mandarancio, Mapo, Pomelo, Pompelmo.

Con il contributo del Centro di ricerca per l’agrumicoltura e le colture mediterranee di Acireale verrà allestita una mostra pomologica, dedicata all’esposizione di piante appartenenti a diverse specie e cultivar, frutti freschi e frutti conservati in alcool e/formalina, provenienti in parte dalla storica collezione di agrumi dell’Orto Botanico.

L’Orto Botanico, luogo magico e prezioso di Palermo

I proventi della mostra-mercato saranno destinati al sostegno dell’Orto Botanico di via Lincoln. Per tre giorni il pubblico avrà la possibilità di riscoprire le sue strutture e i suoi spazi. Un luogo presioso, che che vanta oltre duecento anni di attività. Le sue ricche collezioni includono cui quelle di succulente, cicadee, agrumi, piante medicinali, oltre alla famosa serra Carolina e agli alberi monumentali come il ben noto Ficus, ed i meno conosciuti Melaleuca, Noce Pecan, Araucaria, Dracena.

Durante l’evento ci saranno anche visite guidate, seminari specialistici con la partecipazione di studiosi e tecnici, laboratori per adulti e bambini sulle tecniche di giardinaggio, sugli innesti, sulle realizzazione e manutenzione dei bonsai, realizzazione di un erbario. È in programma per adulti e bambini un corso in tre appuntamenti sulla pittura ispirata al mondo vegetale

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato