fbpx

Exotic Sicily: a Palermo una mostra di scarpe d’epoca

Dalla collezione di Raffaele Piraino scarpe e ventagli d'epoca in mostra all'Accademia di Belle Arti: un viaggio alla scoperta della moda siciliana

Un viaggio nella moda siciliana dal Settecento fino ai primi del Novecento: è questo (e molto di più) Exotic Sicily, l’esposizione di scarpe e ventagli antichi inaugurata il 28 febbraio alla Gipsoteca dell’Accademia di Belle Arti di Palermo a cura di Vincenzo Billeci.

Una mostra – inserita nel programma di Palermo Capitale della Cultura 2018 –  che mette in luce non soltanto l’evoluzione della moda, ma anche il cambiamento del gusto della cultura artistica siciliana nei secoli scorsi.

Le calzature e i ventagli in esposizione provengono da una collezione rinomata, quella del pittore e docente di storia del costume Raffaello Piraino, che proprio all’Accademia di Belle Arti ha la sua cattedra.

Exotic Sicily: come cambia il gusto della moda in Sicilia

Oltre venti reperti tra calzature e ventagli racconteranno i cambiamenti di stile che si susseguirono nell’arco di due secoli, dall’esotismo ai “capricci” compositivi dei tessuti dalle insolite combinazioni cromatiche, fino ai ricami e alle stampe floreali.

L’accostamento di preziosi tessuti, e le più diverse tipologie di manufatti e tecniche artistiche permetteranno ai visitatori di avere una visione completa dello stile bizarre, chinoiserie, della produzione tessile: una “Exotic Sicily” tutta da scoprire.

L’esposizione potrà essere visitata alla Gipsoteca dell’Accademia di Belle Arti di Palermo fino al 14 Marzo 2018, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 17:00 e il sabato dalle 10 alle 13:00.

Raffaello Piraino e il museo del costume

Raffaello Piraino (Casteldaccia, 1938) ha cominciato a occuparsi di scenografie e costumi teatrali negli anni Settanta, prima al Teatro Massimo di Palermo e poi anche al Teatro Biondo. È in quegli che anni inizia a raccogliere dei veri e propri cimeli, formando una prestigiosa collezione di costumi e di accessori appartenuti all’aristocrazia e alla ricca borghesia siciliana. La sua collezione comprende oltre cinquemila oggetti tra abiti, stampe e accessori. Non manca l’abbigliamento popolare, etnico, le uniformi civili, militari, ma anche abiti infantili e religiosi. Questo corpus è andato a formare il Museo del Costume Raffaello Piraino, uno spazio privato nel cuore del centro storico palermitano.

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato