Gallo Garden, il progetto di un nuovo giardino condiviso nel cuore di Ballarò

Gallo Garden Palermo ballarò

Come immaginano gli abitanti di Ballarò uno spazio inutilizzato come Vicolo Gallo? Orto Capovolto e altre associazioni fanno diventare questa idea realtà

Gallo Garden: si chiama così il progetto di riqualificazione per la creazione di un giardino condiviso a Ballarò, storico quartiere di Palermo.

Un’iniziativa corale che, coinvolgendo gli abitanti del quartiere, mira a creare uno spazio nuovo, per il benessere dei cittadini e per i loro bambini, coinvolti attivamente nel progetto.

Vicolo Gallo diventa Gallo Garden, uno spazio per tutti

Carta schizzi, colori e creatività: ha preso il via, il weekend del 14 aprile 2018, la progettazione condivisa per la riqualificazione di Vicolo Gallo a Ballarò che porterà alla realizzazione di un nuovo giardino condiviso.

Il progetto portato avanti da Orto Capovolto, con il supporto di Rotaract Palermo Est e Cooperazione Senza Frontiere e in collaborazione con SOS Ballarò, Cooperativa Terradamare, Istituto Arrupe e Liceo Catalano, ha l’obiettivo di promuovere logiche di aggregazione organizzativa e gestionale per la riappropriazione di spazi urbani privi di funzione.

Un nuovo giardino condiviso, con annesso piccolo orto con funzioni didattiche, è il tema principale del progetto dove sono previsti anche nuovi arredi urbani da realizzare principalmente con materiali di riciclo.

Un processo di cittadinanza attiva per esaudire i desideri della comunità

“Facciamo rete per far rivivere gli spazi comuni” racconta il Presidente di Rotaract Palermo Est, Luca Randazzo.

“GalloGarden è un progetto ma è sopratutto un processo di cittadinanza attiva, – spiega Angelica Agnello, direttrice di Orto Capovolto – in questo momento stiamo progettando il nuovo spazio insieme ai residenti e ai volontari dei partner coinvolti. Il desiderio della comunità – continua Agnello – è che Vicolo Gallo diventi uno spazio verde e accogliente dove i bambini possano giocare e gli adulti trascorrere del tempo, uno spazio di cui prendersi cura e dove organizzare un pranzo sociale o una proiezione all’aperto.

L’appuntamento per le attività di realizzazione è previsto per il 5 e 6 maggio, a Vicolo Gallo.

Chiunque volesse dare il proprio contributo attivo potrà partecipare registrandosi come volontario sulla piattaforma No Profit Challenge.

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato