fbpx

Sorella con fratello, il dramma cinico al Teatro Libero

Sorella Con Fratello

Sorella con fratello è un testo dall’atmosfera ambigua, costruito come un thriller, che affronta il tema della violenza all’interno della famiglia

Un nuovo dramma va in scena al Teatro Libero da giovedì 19 a sabato 21 aprile: si tratta di Sorella con fratello di Alberto Bassetti, per la regia di Alessandro Machìa.

Tra canzoni, ricordi familiari, si disvela progressivamente, con forza, l’entità di una tragedia che ha visto coinvolti i due fratelli in un omicidio familiare.

Sorella con Fratello, il dramma al Teatro Libero

Lei, trent’anni, ( interpretata da Alessandra Fallucchi) si trova in un istituto correzionale dove sconta gli ultimi anni della sua pena e qui viene a trovarla il fratello (Alessandro Averone), avvocato in carriera. Durante questi incontri, tra canti e ricordi, si svela la tragedia che ha visto coinvolti i due fratelli in un omicidio familiare di cui lei, forse innocente, sta pagando la colpa di lui. Nella semplicità che contraddistingue il dialogo tra i due fratelli, si delinea allora la storia privata di una famiglia,

Tra colpi di scena e ironia

Il dramma di Bassetti è ricco di colpi di scena e restituisce al pubblico una scrittura leggera e ironica, anche nei momenti più crudeli, e in cui il messaggio tragico viene lasciato spesso nello spazio del non detto e accompagnato dal movimento, dalla postura degli attori e dalla regia curata e pacata di Alessandro Machia.

Si tratta dell’ultimo testo di Alberto Bassetti (Roma, 1955) che chiude una ideale “trilogia della famiglia” (composta da Le due sorelle e I due fratelli, premio Vallecorsi 2013).
Sorella con fratello è un testo dall’atmosfera ambigua, costruito come un thriller, che affronta il tema della violenza all’interno della famiglia unendo la tragedia di fondo della storia ai toni spesso sarcastici di una commedia nera, cinica.

Dietro le quinte troviamo la regia Alessandro Machìa, le scene di Maria Alessandra Giuri, i costumi a cura di Sara Bianchi, le luci di Paolo Macioci, e l’aiuto regia Vittoria Sipone. L’organizzazione è a cura di Rossella Compatangelo.

Biglietti a partire da 11 euro.

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato