Aperitif After Work: a Villa Igiea l’aperitivo è spettacolare

Dopo una giornata di lavoro non c'è niente di meglio che concedersi un meritato momento di relax in una cornice spettacolare

Nella splendida cornice del Grand Hotel Villa Igiea prende vita un nuovo modo di vivere la zona PoolBar&Grill. Mercoledì 30 maggio, a partire dalle ore 19:30, appuntamento con Aperitif After Work. Dopo una giornata di lavoro non c’è niente di meglio che concedersi un meritato momento di relax, con un panorama mozzafiato. È prevista postazione drink, più pizzaiolo e barbecue. Verrà servito un tagliere con pizza, focaccia e spiedini e sarà possibile anche ordinare alla carta. A intrattenere i presenti ci penserà il dj set di Miss Fabryna. Prenotazione obbligatoria (contatti: 339 5045459 e 333 3565329). Per ulteriori informazioni, potete consultare la pagina Facebook dell’evento, cliccando qui.

A proposito di Villa Igiea

La posizione del Grand Hotel Villa Igiea è molto particolare: si trova, infatti, sopra il porticciolo dell’Acquasanta (nell’omonima borgata), ed è protetto alle spalle da Monte Pellegrino che lo sovrasta. Essendo sopraelevato rispetto alla naturale linea di costa, la vista sul mare è libera per parecchi chilometri e molto suggestiva. Il complesso si trova anche a poca distanza da un altro edificio liberty costruito dalla famiglia Florio, la Tonnara Florio.

Inizialmente venne ideata come villa privata. L’edificio, costruito alla fine dell’Ottocento dall’ammiraglio inglese Cecil Domville in stile neogotico, fu poi acquistato della famiglia Florio ed Ignazio Florio gli diede il nome della figlia Igiea. A inizio secolo ne volle una profonda ristrutturazione che le desse un aspetto meno severo e nel 1899 si affidò al progetto dell’architetto Ernesto Basile, mentre le decorazioni furono eseguite da Ettore De Maria Bergler e il mobilio dell’edificio realizzato da Vittorio Ducrot nello stile floreale. Lo spirito imprenditoriale dei Florio lo individuò come hotel di lusso per la Belle Époque. Con il declino dei Florio, in seguito venne utilizzato come ospedale e poi finì acquisito dal Banco di Sicilia, tornando in tempi più recenti ad essere un albergo di lusso.

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato