fbpx

Chiara Maci a Palermo per un evento speciale: “Quanta bellezza”

Guarda la gallery
6 foto
Chiara Maci a Palermo per un evento speciale: “Quanta bellezza”

Chiara Maci a Palermo per un evento speciale: “Quanta bellezza”

Chiara Maci a Palermo per un evento speciale: “Quanta bellezza”

Chiara Maci a Palermo per un evento speciale: “Quanta bellezza”

Chiara Maci a Palermo per un evento speciale: “Quanta bellezza”

Chiara Maci e Filippo La Mantia (Foto: Instagram)

Chiara Maci a Palermo per un evento speciale: “Quanta bellezza”

Chiara Maci e Filippo La Mantia (Foto: Instagram)

Su Instagram la food blogger sta raccontando con tante immagini i suoi giorni nel capoluogo

Trasferta in Sicilia per la food blogger Chiara Maci, compagna dello chef palermitano Filippo La Mantia. Il motivo è più che lieto: si festeggia, infatti, il battesimo del piccolo Andrea, nato a febbraio. Su Instagram la food blogger sta raccontando con tante immagini i suoi giorni nel capoluogo. Accanto a lei, la primogenita Bianca, nata da una precedente relazione, che è stata immortalata di spalle, mentre scopre il mare proprio nelle bellissima spiaggia di Mondello.

Immancabile una visita alla Cappella Palatina, così come una full immersion a tutto sapore: Chiara ha scelto una parmigiana di melanzane come antipasto e un piatto di paccheri con pistacchi e gamberi come primo. Tantissimi i complimenti per lei da parte dei follower, che la seguono numerosi. Dal web, la Maci è diventata uno dei volti più amati del panorama televisivo, grazie alla sua spontaneità e alla sua dolcezza.

Il suo legame con la Sicilia è speciale, come ha rivelato sulle pagine del numero #winter17 di BE, in una bella intervista a firma di Alice Sagona. Parlando del rapporto con il compagno Filippo La Mantia, ha infatti detto: «Filippo mi ha trasmesso i valori della sua terra e ogni giorno, attraverso la sua cucina, vivo un pezzo d’Italia che prima non conoscevo in modo così intimo».

«La Sicilia è una terra bellissima: amo la vostra storia, la veracità delle vostre tradizioni e l’odore che respiri appena arrivi in territorio siciliano», ha aggiunto. Il piccolo Andrea ha preso il nome del nonno paterno, nel rispetto di una tradizione molto diffusa sull’isola: non poteva essere altrimenti, «Perché Filippo è un adoratore della sua terra e io amo questo aspetto. Amo il rispetto che nutre per la sua città e che trasmette attraverso i suoi piatti, mai contaminati da ingredienti non siciliani. Il suo è un atto d’amore per la Sicilia e per i suoi clienti».

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato