Da Raoul Bova a Veronica Pivetti, la nuova stagione del Teatro Al Massimo

Tra i nomi che calcheranno le scene, Raoul Bova, Veronica Pivetti, Serena Autieri e Pino Insegno, giusto per citarne alcuni

Dieci spettacoli in cartellone, tanti grandi artisti, prezzi invariati e promozioni per studenti e universitari. La nuova stagione del Teatro Al Massimo di Palermo si presenta con le migliori premesse. Tra i nomi che calcheranno le scene, Raoul Bova, Veronica Pivetti, Serena Autieri e Pino Insegno, giusto per citarne alcuni. Si comincia il 9 novembre con Serena Autieri e il musical “Rosso Napoletano – Quattro giornate d’amore”, scritto e diretto da Vincenzo Incenzo. Dal 23 novembre sarà la volta di Umberto Scida e la Compagnia del Teatro al Massimo, in “Bonsoir Varietà”, con attori e cantanti, il balletto del Teatro al Massimo e le coreografie di Stefania Cotroneo. Regia di Umberto Scida.

Il 2019 inizia, a gennaio, con Raoul Bova, protagonista di “Due” di Luca Miniero e Astutillo Smeriglia, per la regia di Luca Miniero. Sempre a gennaio ci saranno Giuseppe Pambieri, Cochi Ponzoni, Paola Quattrini e Giovanna Ralli in “Quartet” di Ronald Hardwood, con la regia di Patrick Rossi Gastaldi. A febbraio saranno protagonisti Pino Insegno e Roberto Ciufoli, con “Avanti cretino”, insieme a Federico Perrotta, Vito Ubaldini e la Cretinetti Band. Regia di Guglielmo Ferro. Sempre a febbraio, Giovanna Criscuolo e Alessandro Idonea porteranno in scena “Maggiordomo S.r.l.”, mentre a marzo arriverà la mitica Iva Zanicchi, con “Una vita da zingara”, accompagnata dall’orchestra dal vivo. Chiude il mese di marzo “Una famiglia perfetta”, con Giovanna Criscuolo e Cecè Biondolillo.

Dal 5 aprile toccherà a Veronica Pivetti con “Viktor und Viktoria”, commedia con musiche liberamente ispirata all’omonimo film di Reinhold Schunzel. A chiudere la stagione ci penserà Enrico Guarneri, con “‘U contra” di Nino Martoglio, per la regia di Antonello Capodici. Come è facile intuire, la scelta privilegiata per la nuova stagione del Teatro Al Massimo è la commedia brillante. Fiore all’occhiello rimango le produzioni del teatro, che andranno in tournée in tutta Italia.

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato