fbpx

Il Jazz di Simona Molinari in concerto a Palermo e Taormina

simona molinari

«Amo considerarmi una traghettatrice: cerco di far conoscere i classici del jazz a chi ancora li ignora e provo a sedurre i jazzofili con la freschezza e leggerezza del pop» ha dichiarato la cantante

L’artista partenopea Simona Molinari torna in Sicilia con una nuova produzione, in (buona) compagnia grazie alla presenza di diversi musicisti e cantanti, i Friends con l’Orchestra Jazz Siciliana diretta da Domenico Riina.

Simona Molinari, cantante di grande versatilità, applaudita tanto dalle platee dei jazzofili quanto da quelle di Sanremo, e dotata di uno stile ricco di brio, freschezza e humour che le sue notevoli noti canore sanno assecondare a meraviglia, è interprete talentuosa tanto nel jazz quanto nel pop. Per lei sono previsti due grandi concerti il 7 e l’8 luglio alle ore 21.30.

Le date siciliane di Simona Molinari

Il 7 luglio sul palco del Teatro di Verdura saliranno Simona Molinari & Friends accompagnati dall’Orchestra Jazz Siciliana diretta da Domenico Riina, mentre l’8 luglio la stessa formazione calcherà le scene del Teatro Greco di Taormina.

La collaborazione tra la cantante partenopea e la big band siciliana non è nuova: nell’estate del 2013 sono stati applauditi calorosamente dal numeroso pubblico presente al Teatro di Verdura. A differenza delle altre tappe, Molinari ha scelto di ripetere l’esperienza con l’orchestra jazz siciliana.

Sono onorata che il Brass e un direttore prestigioso come Domenico Riina mi abbiano nuovamente voluta a Palermo, città che adoro – ha dichiarato la cantante. – La OJS ha un suono che non è facile sentire in giro, simile a quello delle grandi big band americane di una volta. La potenza e il drive di questa magnifica formazione esalterà al meglio le canzoni”.

In effetti la mia cifra stilistica è il confine – continua la cantante napoletana – nei miei dischi suonano spesso grandi jazzisti e mi piace duettare con artisti diversi, come ad esempio Gilberto Gil, Vinicio Capossela, Andrea Bocelli, Ornella Vanoni e Peter Cincotti. Amo considerarmi una traghettatrice: cerco di far conoscere i classici del jazz a chi ancora li ignora e provo a sedurre i jazzofili con la freschezza e leggerezza del pop”.

Biglietti a partire da 15,00 euro. Sono previsti riduzioni per under 25.
Da quest’anno, inoltre, la Fondazione ha attivato, oltre all’acquisto online dei biglietti tramite il circuito www.ticksweb.com e i punti vendita autorizzati, altri due punti di prevendita, uno presso il Real Teatro Santa Cecilia (Piazza Santa Cecilia n. 5 – 90133 Palermo – 091\ 88 75 201, 091 88 75 119, dal lunedì al venerdì a partire dalle 9.30 sino alle 12.30) ed un altro presso Santa Maria dello Spasimo (Via dello Spasimo, n. 15 – 90133 Palermo – 091 77 82 860, 091 77 82 861) dal lunedì al venerdì a partire dalle ore 15.30 alle 19.30.

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato