fbpx

Si accendono le luci sul Festino di Santa Rosalia: Palermo torna bambina

Sarà l'attore Leo Gullotta a raccontare l'evento, cucendo i diversi momenti del grande spettacolo, sotto la direzione artistica di Lollo Franco e Letizia Battaglia

È ufficialmente iniziato il conto alla rovescia verso il 394esimo Festino di Santa Rosalia. Sarà l’attore Leo Gullotta a raccontare l’evento, cucendo i diversi momenti del grande spettacolo, sotto la direzione artistica di Lollo Franco e Letizia Battaglia. L’appuntamento, naturalmente, è per il 14 luglio, con il lungo corteo che si snoderà lungo il percorso che parte dal Piano di Palazzo Reale e conduce al Foro Italico.

Si comincia alle ore 21 circa, proprio dal Piano di Palazzo Reale: Gullotta accompagnerà il pubblico, con la sua ben nota capacità recitativa e la sua inconfondibile voce. Per il primo quadro la coreografia sarà di Luc Bouy, con la la partecipazione del Coro delle Voci Bianche della Fondazione Fondazione «Orchestra sinfonica Siciliana» con la direzione musicale del maestro Giuseppe Mazzamuto.

Una “Palermo Bambina” per il Festino

Il tema del Festino, nel 2018, è “Palermo Bambina“: per questo motivo Santa Rosalia, la “Santuzza“, sarà rappresentata nel periodo in cui sceglie di abbandonare l’agiatezza per la consacrazione a Dio. Il carro, quest’anno, rappresenta un veliero con due alberi e saranno ben visibili le rose e i lilium, fiori simbolo della santa patrona della città. Al suo fianco, dal Palazzo Reale ai Quattro Canti, ci sarà la Kids Orchestra Band del Teatro Massimo.

Nell’attesa del 14 luglio, già da domenica 8 luglio sono state accese ai Quattro Canti le luminarie artistiche installate tra Porta Nuova e Porta Felice, alla presenza del sindaco di Palermo Leoluca Orlando, dell’assessore alla cultura del Comune Andrea Cusumano, del capo area del settore Cultura del Comune, Sergio Forcieri, del presidente del Consiglio comunale Salvatore Orlando, del direttore artistico Lollo Franco, della coordinatrice artistica e responsabile del corteo Santina Pellitteri Franco e del direttore organizzativo Vincenzo Montanelli della VM Agency Group Srls.

Le luminarie sono state realizzate da una azienda locale che ha dato vita a un progetto artigianale: sono composte da 43 archi di cui 23 delle dimensioni di 6,50 metri in lunghezza e 8 in altezza, 12 a palo e 8 tra i Quattro Canti e Via Roma.

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato