Notte di San Lorenzo sulla Torre medievale, tra stelle e desideri

Venerdì 10 agosto, in occasione della Notte di San Lorenzo, sarà possibile visitare la Torre di San Nicolò di Bari all'Albergheria

Anche l’estate in città ha un suo fascino, soprattutto se ci si trova a Palermo e soprattutto durante una serata più speciale delle altre. Venerdì 10 agosto, in occasione della Notte di San Lorenzo, sarà possibile visitare la Torre di San Nicolò di Bari all’Albergheria (via Nunzio Nasi, 18), a partire dalle ore 18 e fino a mezzanotte. I turni hanno la durata di un’ora, per consentire ai partecipanti di osservare il cielo stellato sul centro storico, scattare foto e affidare a un palloncino i propri desideri.

Chi lo vorrà, infatti, potrà ritirare in biglietteria anche un il ticket per un palloncino a elio, da lasciare romanticamente fluttuare nell’aria. All’interno della torre medievale si trovano il percorso scultoreo di Salvatore Rizzuti “MYOPIA” Manifesta 12 collateral e la mostra fotografica “FISTINU _ storia, vicoli, volti” di Vincenzo e Stefano Russo.

Notte stellata alla Torre Medievale: le info utili

Il ticket per partecipare all’evento ha un costo di 4 euro (i bimbi fino a 10 anni pagano 1 euro). Il palloncino a elio ha un costo di 2,50 euro ed è facoltativo. I turni sono alle ore 18, 19, 29, 21, 22 e 23 ed è necessario prenotare ai numeri 3298765958 – 3207672134 o all’indirizzo www.terradamare.org/infoline.

A proposito della Torre di San Nicolò

Attaccata alla chiesa di San Nicolò all’Anergheria sorge una slanciata costruzione quadrangolare con conci ben squadrati, si tratta della trecentesca torre civica facente parte del sistema difensivo della città. Fatta edificare dalla universitas palermitana per difendere le mura del “Cassaro”, non faceva parte delle strutture della chiesa ma risultava svincolata ed isolata. “Torre d’eccellenza”, forse la più alta di Palermo, perduto il significato di difesa, se ne volle ingentilire e perdere il suo austero aspetto, applicandole al secondo livello delle bifore arricchite da una cornice d’intarsi.

La torre, articolata in quattro livelli, è stata edificata con pietrame a grossi conci, utilizzando massi tufacei squadrati, che le conferiscono una linea rigorosa e severa.

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato