fbpx

“Hai detto trenta?”: dal blog ‘I Trentenni’ è nato un libro

Il blog "I Trentenni" è un progetto web creato nel 2013 da Silvia Rossi, dalla siciliana Stefania Rubino e da Ilaria Sirena (1982, architetto)

Trenta. Un numero apparentemente come gli altri che però, a seconda del contesto, assume un significato del tutto diverso. Diciamoci la verità: quando si supera il traguardo degli “enta”, qualcosa cambia, ma non è detto che cambi in negativo.

Per sdrammatizzare (e prendere con filosofia) l’inevitabile scorrere del tempo, è nato il blog “I Trentenni“, un progetto web creato nel 2013 da Silvia Rossi (classe 1982, autrice tv e web, speaker e giornalista), dalla siciliana Stefania Rubino (1983, sales manager per una società di digital marketing) e da Ilaria Sirena (1982, architetto).

Il blog e il canale YouTube hanno riscosso un grande successo, derivato anzitutto dal fatto che è semplice riconoscersi nelle situazioni vissute dalle protagoniste. Basta guardare un video per rispecchiarsi nelle storie vissute dalle protagoniste, problematiche quotidiane che però, se condivide, diventano più leggere e strappano un sorriso.

Dal progetto I Trentenni adesso è anche nato un romanzo, appena uscito, dal titolo “Hai detto trenta?“, che riassume in una storia di fantasia paure, nevrosi, nostalgie e rimpianti di una intera generazione che, sì, è cresciuta senza social, ma che ha avuto molto di più, come ad esempio tanta buona musica.

Ecco la trama del libro:

Lea, Andrea e Viola a scuola erano inseparabili. Poi è arrivata la vita adulta, che oggi per un trentenne può essere molto complicata, tra il lavoro che non c’è e i progetti che slittano sempre in attesa di un momento migliore (mentre tutti ti ricordano che il momento migliore, in realtà, è passato da un pezzo). Ora quell legame che tra i banchi sembrava indissolubile ha fatto posto ad altre cose: Viola sogna un figlio dal suo compagno, Lea ha un marito e un lavoro part-time, Andrea sta per andare a convivere…

Ma è proprio mentre impacchetta le sue cose che ritrova un tesoro: la vecchia Smemo, piena di dediche fluo, pagine sbruciacchiate con l’accendino, glitter e adesivi. E poi una lista: quella delle cose da fare prima dei trent’anni. È così che il trio si riunisce e parte per una vacanza folle e nostalgica, a cui si aggiunge anche Martino, in fuga da una relazione che non sa se desidera più. Quattro amici, un’auto, una Kodak usa e getta e una sola regola: vietato usare i social. Un tuffo negli anni Novanta tra le note di Cremonini e le vecchie foto sbiadite, il ricordo degli amori passati e un presente da prendere al volo. Perché la vita che sognavano, in fondo, è ancora tutta da incominciare.

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato