Mondo Sounds, il festival di musica internazionale sulla spiaggia di San Vito Lo Capo

di Manuela Zanni

La spiaggia “caraibica” di San Vito lo Capo ospiterà dal 28 al 30 giugno Mondo Sounds il festival di musica internazionale.  Un viaggio emozionante per conoscere suoni e culture esotiche insieme ad artisti provenienti  tutto il mondo.

Si va dal sound voodoo dei Benin International Musical, alle star della nuova cumbia con Chancha Via Circuito e La Yegros, fino a Dele Sosimi e la sua Afrobeat Orchestra, per arrivare ad autori siciliani come Alessio Bondì e Matilde Politi, e finire con la world club music di Auntie Flo e la potentissima drum’n’bass di Roni Size.

Due palchi, venti artisti provenienti da tutto il mondo e dieci differenti generi musicali per la prima edizione di Mondo Sounds Festival la cui direzione artistica  è di Fabio Rizzo e Francesca Perricone.

Immersi tra la natura mediterranea si andrà alla scoperta di suoni e culture esotiche, guardando anche alla valorizzazione della musica siciliana dalle radici fino alla nuova scena contemporanea.

Tre giorni di musica, spettacoli e concerti per celebrare le identità sonore del sud del mondo  tra Africa, Americhe, Mediterraneo e Sicilia al ritmo di afrobeat, highlife, cumbia, afroblues, folk, tropical ed elettronica.

Immersi nella natura mediterranea e le acque cristalline del piccolo borgo marinaro di San Vito Lo Capo saranno due i luoghi scelti per godere delle good vibes del Festival: Santuario Stage, nel cuore del centro storico, con ben tre concerti gratuiti al giorno, qui dal tramonto in poi si potrà fare festa al ritmo di Afrobeat, Highlife, Cumbia, Afroblues e Folk e Antròpico Stage, dove dj internazionali e locali selezioneranno Drum’n’bass, Tropical, Techno, Selvatica, Balearic ed Electro per un’esperienza unica sotto le stelle.

Ecco le 5 cose da non perdere durante il vostro week-end Mondo Sounds: 

  1. Tuffarsi a Cala dell’Uzzo | Partiamo da un luogo davvero imperdibile la Riserva Naturale dello Zingaro, dove la natura incontaminata e selvaggia è protagonista. Potrete scegliere tra ben sette calette disseminate lungo sette chilometri di costa rocciosa. Facilmente raggiungibile da Palermo o da San Vito Lo Capo assicura un’immersione totale nella macchia mediterranea.  E bagni rigeneranti tra scogli e sabbia.
  2. Visitare la tonnara di Scopello | Poco lontani da San Vito anche i faraglioni di Scopello.  Qui sorge l’antica Tonnara.  Non una vera e propria spiaggia ma un accesso al mare facile e sicuro anche per i bambini e tutto il fascino di un tuffo circondati dalla bellezza di un antico borgo marinaro siciliano.
  3. Prendere il sole sulla spiaggia di San Vito | Con comode sdraio e sabbia fine e bianchissima è il luogo perfetto per chi vuole rilassarsi coccolato da servizi balneari di alto livello.
  4. Gustare un caldo/freddo, gelato tipico sanvitese caratterizzato da una colata di cioccolata calda sopra gelato di vari gusta a scelta su una base di morbido Pan di Spagna.
  5. Mangiare il cous cous sanvitese | Qui dove Nord Africa e Sicilia si incontrano c’è un alimento che unisce terre lontane, è il cous cous. Diffuso in tutta la provincia di Trapani come piatto tradizionale a San Vito si arricchisce di mandorle, spezie e brodo di gustosi pesci locali.
Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato