La magia dei grani antichi siciliani di Bonetta dell’Oglio, in un percorso tra arte e cibo

di Manuela Zanni

Le Cantine Duca di  Salaparuta a Casteldaccia si preparano al secondo  appuntamento riservato ai grandi maestri della cucina siciliana.  Il prossimo sabato 8 giugno andrà in scena un laboratorio dedicato ai grani antichi siciliani e un percorso tra arte e cibo che avrà come guida d’eccezione Bonetta Dell’Oglio, l’eclettica ambasciatrice del gusto siciliano nel mondo.

La chef con un passato di decorazione e restauro alle spalle, amante della cultura e dei prodotti naturali, guiderà gli ospiti alla scoperta delle mille sfumature dei colori del grano e della terra nella pittura ad acquarello, arrivando poi a parlare di grani antichi fondamentali per raccontare la storia della grande biodiversità siciliana.

“La pittura ad acquarello – racconta  Bonetta – è un momento di concentrazione  durante il quale i partecipanti avranno modo  di trasferire  su carta la profondità del concetto uomo\natura mediante il ricordo del grano, elemento fondante della dieta mediterranea”.
Durante il laboratorio Bonetta insegnerà a lavorare gli impasti secondo la tradizione siciliana e, al termine della giornata, i partecipanti potranno assaporare la pasta da loro stessi preparata, insieme ad un dessert a base di grano siciliano realizzato dalla Chef, e porteranno a casa come ricordo dell’evento la loro opera d’arte. Il tutto, naturalmente, in abbinamento alle eccellenze Duca di Salaparuta e Florio.

L’inizio del laboratorio è previsto alle ore 16.00 con visita guidata alle cantine Duca di Salaparuta. Il costo a persona è di 40 euro. La prenotazione è obbligatoria fino ad esaurimento posti.  Per info e prenotazioni: visitaduca@duca.it.

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato