0

Con i suoi paesaggi sul mare e le bellezze archeologiche, la fiction Màkari ha affascinato milioni di telespettatori. La serie tv ambientata nella Sicilia nord-occidentali ha chiuso in bellezza: l’ultima puntata è stata vista da 6 milioni e 451mila telespettatori, raggiungendo il 26,3% di share su Rai1. I fan si chiedono se ci sarà un seguito, anche perché la quarta puntata ha lasciato qualche questione in sospeso tra il protagonista Saverio Lamanna e la sua fidanzata Suleima. A ispirare la fiction sono stati i romanzi e i racconti di Gaetano Savatteri, editi da Sellerio. Nelle sue pagine si racconta una Sicilia tradizionale, ma a tratti insolita, fatta di scorci mozzafiato e avventure ironiche, non prive di colpi di scena. Dalla piccola frazione di Màkari al Parco Acheologico di Segesta, è un susseguirsi di immagini da cartolina.

Per molti Màkari ha raccolto il testimone del Commissario Montalbano, pur essendoci moltissime differenze tra le due serie e, a monte, tra le opere letterarie che le hanno ispirate. Il merito del successo è da ricercare sicuramente anche nelle scelte in termini di cast. Claudio Gioè ha dato un eccellente volto a Saverio Lamanna, ex giornalista dalla battuta sempre pungente, che si improvvisa investigatore. Ester Pantano veste i panni di Suleima, la sua fidanzata: una donna decisa e dotata di intuito. A completare il trio dei protagonisti è Domenico Centamore che interpreta Peppe Piccionello, amico fraterno di Saverio. Sempre in infradito e pantaloncini, con le sue magliette cariche di slogan sicilianissimi è diventato una vera e propria “icona di stile”.

Non si sa ancora se ci sarà una nuova stagione di Màkari, ma è certo che il pubblico sarebbe più che felice di vedere nuovamente i suoi beniamini in tv. Di sicuro, il materiale da cui trarre ispirazione non manca: staremo a vedere.

Leave a Reply