0

Nell’attesa della riapertura al pubblico, il Teatro Massimo di Palermo porta in scena il il mito di Nijinski, uno dei più grandi ballerini di tutti i tempi, dalla vita travagliata e commovente. Appuntamento martedì 4 maggio sulla web TV. Il coreografo è Marco Goecke. Lo spettacolo racconta la vita di Vaslav Nijinski, attraverso le diverse tappe della sua vita, rivelandone il genio inventivo e le sofferenze emotive e fisiche. Sarà protagonista il corpo di ballo del Teatro, diretto da Davide Bombana

“Parliamo di una personalità geniale – spiega Davide Bombana – quanto fragile, attorniato da persone autoritarie e molto più forti di lui, dal geniale Sergej Djagilev a capo dei Ballets Russes, alla contessa ungherese che diventò sua moglie per arginare lo scandalo, fu sempre una personalità tormentata, ma talmente innovativa che possiamo dire che la danza dopo di lui non fu più la stessa. Certo è che la sua arte si esprime in un momento d’oro, in quegli anni con i Ballets collaborano Picasso, Debussy, De Chirico”.

Le musiche sono state scelte da Marco Goecke: si tratta dei concerti n. 1 e 2 per pianoforte e orchestra di Chopin e il Prelude à l’apres-midi d’un faune di Debussy, le ninne nanne della tradizione russa. Sul podio, per la prima volta a Palermo, c’è Karen Kagarlitsky. Nel ruolo di Nijinski, Alessandro Cascioli, accompagnato da Michele Morelli, Romina Leone, Martina Pasinotti, Giovanni Traetto e Linda Messina.

Leave a Reply