0

Per la prima volta la Msc Seaside, ammiraglia della compagnia, ha toccato Siracusa, terza tappa nel suo primo viaggio nel Mediterraneo. E’ arrivata da Malta, dopo la partenza da Genova, per riprendere la via del mare e raggiungere Taranto. Questa tappa siciliana è una novità del 2021.

“Siamo tornati e siamo tornati più forti”, spiega Beppe Lupelli, sales manager di Msc. “Siamo estremamente contenti”, aggiunge Giulio Arena anche lui sales manager Msc. “Nel momento in cui siamo arrivati in rada, con la nave in porto, è stata grande l’emozione. Per noi è un sogno poter riconfermare Siracusa, fino a novembre. E nelle previsioni vorremmo riconfermarla anche per i prossimi anni”.

Fino al 9 novembre, ogni martedì, la Seaside farà scalo a Siracusa. Con la Sicilia in zona arancione, non è stato possibile fare scendere gli ospiti a bordo. Quando la regione passerà in zona gialla, i passeggeri potranno visitare Ortigia, il parco della Neapolis, l’Etna.

A bordo si segue un rigido protocollo anti-covid sono scrupolose. “Mascherina obbligatoria, temperatura misuratura almeno una volta al giorno, 10% di cabine pronte per eventuali isolamenti. La nave ha poi un limite di capienza fissato al 70%, per evitare assembramenti. I servizi, invece, sono fruibili al completo”, illustra Lupelli. “I nostri passeggeri si imbarcano mostrando un certificato di tampone antigenico effettuato nei 4 giorni precedenti la partenza. All’imbarco, noi effettuiamo un altro tampone. Tempo di attesa, 40 minuti. Offriamo da bere, in zone riservate. E al quarto giorno ancora altro tampone”.

Leave a Reply