0

Nell’area ex Sailem, nel parco archeologico Castello a Mare, al Porto di Palermo, nascerà uno spazio culturale con un museo digitale e interattivo (museo immersivo), con un’area merchandising e un caffè letterario. Si tratta di un progetto firmato da Porta Felice srl, organizzatrice del festival “Le Vie dei Tesori”: è stata l’unica società a partecipare all’avviso dell’Autorità di sistema portuale del mare di Sicilia occidentale (AdSP), scaduto lo scorso 7 luglio, sul rilascio della concessione demaniale delle aree per 25 anni.

Lo spazio destinato alla conservazione e fruizione del patrimonio culturale delle vestigia del Castello a Mare comprende il manufatto ex Sailem di 362 metri quadrati e un’area esterna di 1.052 metri quadrati. Il progetto si inquadra nel più ampio procedimento di riqualificazione del Molo Trapezoidale avviato dall’AdSP e che potrebbe rafforzare la candidatura dell’area del Castello come sito Unesco.

Con il museo nascerà anche uno spazio culturale. Un luogo per eventi e appuntamenti culturali, anche negli spazi esterni, con percorsi e attività interattive dedicate ai bambini. L’idea è coinvolgere le scuole, con i laboratori, ma anche dare vita al caffè letterario, a sale multimediali e servizi turistici, cui si aggiungerebbero tour in barca e la riproduzione a grandezza naturale di una galera, ormeggiata stabilmente nelle vicinanze del museo, che costituirà un’attrazione per cittadini e turisti. Photo by Priscilla Du Preez on Unsplash.

Leave a Reply