0

Dalla Baia delle Sirene all’Etna, scoprendo l’autunno siciliano in tutte le sue gradazioni di colore, atmosfere e intensità. Urus Lamborghini sfida il vulcano siciliano con una profonda scarica di adrenalina, attraverso cenere, neve e lava diventata ormai fredda. Si parte da Taormina e si sale, lungo le strade dove si cimentano i partecipanti all’Esperienza Dinamica Terra, organizzata dalla Casa del Toro per vivere le potenzialità del “super Suv”, lanciato nel 2017, focalizzandosi sulle sue prestazioni nello sterrato.

La Urus di Sant’Agata Bolognese, da poco, ha compiuto l’ultima impresa, attraversando due volte l’Umling La, a più di 5.800 metri, nell’Himalaya indiana. è la strada motorabile più alta al mondo. Era stata la prima Lamborghini a sbarcare in Islanda e aveva dato prova di versatilità tra le dune giganti di Dubai e tra i surfisti delle spiagge portoghesi di Nazaré.

Un viaggio che arriva in Sicilia, che sale verso il Rifugio Sapienza, tra i tornanti che attraversano terre ricche di fichi d’India, ulivi, faggi e castagneti. Via via che si sale la vegetazione che cede il passo alle pietre laviche. Alla Cava di Nicolosi, la Urus ha dimostrato quello che può fare sulla terra e sui sassi. Ancora una volta la Sicilia è un set naturale straordinario. Ancora una volta è una location che fa invidia a tutto il mondo.

Leave a Reply